Antonini, Calaiò e Lodi firmano lo 0-3 del Genoa: vittoria nel derby contro la Sampdoria

La terza giornata di Serie A vede di scena nel posticipo della domenica sera il primo dei cinque derby di questo campionato: va di scena a Marassi la sfida tra Sampdoria e Genoa. Entrambe le formazioni schierano alcuni degli acquisti delle ultime ore di calciomercato. Nei blucerchiati sulla linea mediana c’è il debutto di Bjarnason, messo all’interno del centrocampo a cinque; per i rossoblu c’è Antonini sull’esterno e Calaiò in attacco, a fare coppia con Gilardino.

 

Site: Genoacfc.it
Site: Genoacfc.it

Nei primi minuti le due squadre fanno scintille in campo, con buoni interventi delle difese sugli attacchi avversari. Ma il Genoa sblocca la gara in fretta: al 8′, su una rimessa dei difensori doriani, Biondini prende palla sulla trequarti e crossa, in area trova Antonini che gira al volo di destro e mette la palla in rete, con Da Costa che tocca ma non trattiene. Al 12′ si affaccia in avanti la Samp: azione verticale dei padroni di casa, che mettono in area Gabbiadini al tiro, ma la conclusione viene messa in angolo da Portanova. Ancora l’ex Bologna prova a trovare la rete con un tiro dai 30 metri, però è poco potente e sfuma a lato. Prima ammonizione della gara a Manfredini, che ferma Gabbiadini con una trattenuta per la maglia. Dopo pochi minuti cartellino giallo anche per Regini, per un fallo duro su Manfredini. Lo stesso Regini si rende protagonista in avanti, con un buon inserimento a seguito di un lancio di Obiang; la sua corsa viene fermata dal guardalinee che segnala la sua posizione di fuorigioco. Gioco fermo al 24′, dopo Eder su calcio di punizione centra in pieno il volto di Gilardino e lo lascia a terra stordito. Un minuto dopo sortita offensiva di De Silvestri per i doriani, che alla discesa in fascia preferisce il taglio centrale, ma la sua conclusione dal limite finisce in tribuna. E’ il solito Gabbiadini a provare al 31′ la conclusione da fuori, e stavolta guadagna un calcio d’angolo, poi rivelatosi infruttuoso. Altro tiro dalla bandierina per i blucerchiati, con Calaiò che nel tentativo di spazzare per poco non infila la propria porta con la palla che finisce fuori a pochi centimetri dal palo. Buon cross di Eder al 38′, sul quale per poco De Silvestri non trova il colpo di testa verso la rete dei grifoni. Un minuto dopo Bjarnason prova la conclusione dal limite al volo, ma non si coordina bene e la palla va alle stelle. Ammonito Krsticic per una brutta entrata su Gilardino a metà campo. L’attaccante azzurro rende il favore al serbo nell’azione successiva, per poi venire ammonito per proteste. Nell’unico minuto di recupero concesso da Rizzoli, Eder batte una punizione dalla trequarti avversaria che finisce alle stelle. Si chiude qui la prima metà di gara.
Come sempre è un derby infuocato, in cui i 22 giocatori in campo non si risparmiano, bravo il Genoa a trovare subito la rete del vantaggio. Da quel momento in poi, i grifoni hanno lasciato il gioco in mano alla Samp, lenta nell’imbastire l’azione e un pò disorganizzata, rimpallando ogni tentativo offensivo.

 

Prima della ripresa c’è un cambio per la Sampdoria: Soriano entra in campo, mentre Bjarnason rimane negli spogliatoi. Al 2′ pericoloso tiro-cross di Costa, che non sorprende Perin in presa alta. Cambio di fronte e Matuzalem prova la conclusione dal limite: palla a lato. Altro giro di lancetta sul cronometro e c’è un’altra conclusione, col tiro da fuori di Soriano fuori. Si cambia ancora lato del campo e stavolta il Genoa trova la rete del raddoppio al 5′: ottima girata di Gilardino che lancia Vrsaljko sulla destra, palla in mezzo del croato e Calaiò va in anticipo sul difensore avversario mettendo la sfera in rete. La Samp non ci sta e ci prova con Eder, ma il tiro defilato del brasiliano viene neutralizzato da Perin. Cartellino giallo a Costa, che ferma la ripartenza di Calaiò con una trattenuta. Al 18′ buono scambio Lodi-Gilardino, con l’attaccante che di mestiere conquista una punizione dal limite dell’area. Prima della punizione c’è il primo cambio nel Genoa: dentro Cofie, fuori Matuzalem. Il calcio piazzato, affidato a Lodi, aggira agilmente la barriera e si infila sul secondo palo in rete e nulla da fare per Da Costa. Sul 3-0 per i grifoni Delio Rossi tenta il tutto per tutto, inserendo Sansone al posto di Regini. La prima reazione dei doriani è un tiro da fuori di Obiang, alto di molto. Secondo cambio per i rossoblu: Gamberini esce dal campo e lascia il posto a De Maio. Al 26′ tentativo di combinazione tra Obiang, Eder e Gabbiadini, i tre della Samp costruiscono bene ma la punta non trova la porta. Ultimo cambio per gli uomini di Liverani: esce Antonini, entra Santana. Tenta la ripartenza il Genoa al 30′, ma il cross di Biondini finisce direttamente sul fondo. Ultimo cambio per i padroni di casa: Eder viene richiamato in panchina, al suo posto Pozzi. Cartellino giallo a Soriano per una brutta entrata su Biondini. Dopo una serie di attacchi infruttuosi, la Samp trova una buona occasione con la punizione battuta da Gabbiadini, che solo una deviazione in angolo della difesa rossoblu impedisce di trovare la porta. Ammoniti al 41′ Perin e Pozzi, che prima dell’angolo (non sfruttato dalla Samp) si scambiano qualche parola di troppo. Sansone a 3 minuti dalla fine dribbla in area trova una conclusione, la prima vera della gara per i blucerchiati, che solo un bell’intervento di Perin impedisce di finire in porta. Nel secondo dei 3 minuti di recupero Soriano tenta la conclusione dal limite dell’area, con la palla che finisce di poco sopra la traversa. Finisce qui il derby.

 

Dalla rete di Antonini, il Genoa ha sempre avuto il controllo della gara: nel primo tempo contenendo al meglio ogni sortita offensiva avversaria, nel secondo gestendo al meglio la palla, con ripartenze sempre efficaci.
La Sampdoria esce stordita da una stracittadina che l’ha vista in enorme difficoltà: solo negli ultimi 5 minuti gli uomini di Delio Rossi sono riusciti a fare delle conclusioni in porta pericolose, per il resto della gara tanta confusione in campo, soprattutto a centrocampo.

 

IL TABELLINO
SAMPDORIA-GENOA 0-3
Sampdoria (3-5-2)
: Da Costa; Gastaldello, Palombo, Costa; De Silvestri, Bjarnason (46′ Soriano), Krsticic, Obiang, Regini (67′ Sansone); Eder (76′ Pozzi), Gabbiadini. A disp.: Fiorillo, Tozzo, Salamon, Renan, Rodriguez, Castellini, Mustafi, Barillà, Gentsoglou. All. Rossi.
Genoa (3-5-2): Perin; Gamberini (69′ De Maio), Portanova, Manfredini; Vrsaljko, Biondini, Lodi, Matuzalem (65′ Cofie), Antonini (71′ Santana); Gilardino, Calaiò. A disp.: Donnarumma, Bizzarri, Blaze, Fetfatzidis, Kucka, Centurion, Konatè, Bertolacci, Stoian. All. Liverani.
Marcatori: 9′ Antonini (G), 50′ Calaiò (G), 66′ Lodi (G).
Ammoniti: Krsticic, Regini, Costa, Soriano, Pozzi (S), Manfredini, Gilardino, Perin (G).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy