Atalanta, Colantuono: “Mi aspetto un Catania arrabbiato, sarà una partita delicata”

A oltre una settimana di distanza dalla vittoria di Napoli, l’Atalanta torna in campo nell’anticipo del sabato delle 20,45 a Catania, contro gli etnei di Vincenzo Montella che devo riscattare la sconfitta di Lecce.

Fonte:Wikipedia Utente:Wetto

Ecco le dichiarazioni di Stefano Colantuono in conferenza stampa.

 

Allora, mister: è una sfida fra rivelazioni?
“Sì, siamo due squadre con un percorso superiore alle aspettative, con una classifica messa a posto molto tempo prima della fine. Peccato che noi non la possiamo sfruttare per via della penalizzazione”.

Il Catania esprime il miglior gioco del campionato?
“Sicuramente ha fatto un buon campionato, ma non so se è il miglior calcio della A”.

Rispetto all’andata si aspetta un Catania diverso?
“Lo vedremo domani. È una squadra che in casa ha fatto sempre bene, mettendo in difficoltà anche le grandi. Contano sul fattore campo e hanno una forte spinta dalla tifoseria: l’ho imparato durante la mia esperienza etnea”.

Ha visto la gara del Catania col Lecce? Si aspetta una squadra più combattiva o rilassata?
“Penso che saranno combattivi, perché vogliono migliorare la classifica. Vengono da due passi falsi: mi aspetto una squadra arrabbiata”.

Però le loro ambizioni europee sembrano sfumate…
“Ci sono ancora sei partite, il treno dell’Europa League non è certo andato”.

La dedica di un’eventuale vittoria andrà a Morosini?
“Al di là della partita, lo dobbiamo ricordare sempre: è un figlio di Zingonia, ci sentiamo molto colpiti e siamo vicini ai familiari. Credo che questo basti e avanzi: il ricordo lo porteremo sempre dentro. Qualora dovesse arrivare un risultato, il primo pensiero sarà per Piermario, ma sarà così per tutte le squadre. Sono convinto che tutti avranno un pensiero per lui, figuriamoci noi dell’Atalanta. Qui ci sono molti giocatori legati a lui, oltre a tutto il settore giovanile”.

Quale può essere la chiave?
“Sarà una partita molto tattica e delicata. In avanti il Catania ha giocatori rapidi, bravi nell’uno contro uno. La chiave la potremo vedere solo domani”.

Cigarini sarà titolare o no?
“Ancora non ho deciso”.

Moralez giocherà dietro una punta?
“Credo di sì. Gabbiadini? Vedrai domani”.

Chi teme in particolare del tridente offensivo?
“Sono bravi tutti e tre, Bergessio, Barrientos e Gomez. Barrientos ha un piede importante, Gomez è micidiale nell’uno contro uno. Servirà una partita perfetta in difesa”.

Bellini come sta?
“Bellini è recuperato”.

C’è il dubbio Manfredini-Lucchini?
“Ora vediamo, perché farò scelte in funzione alle tre partite ravvicinate. Probabilmente andremo avanti con la difesa che a Napoli si è ben comportata”.

Sarà più importante la gara di domani o quella col Chievo?
“Sono tutte importanti, ci sono sempre punti in palio. Dobbiamo allontanarci dalla zona calda, nonostante il margine di sicurezza sia buono. Dovremo fare una partita analoga a quella di Napoli”.

Due settimane con cinque partite: difficoltà in più?
“Sono difficoltà che avranno tutte. È dispendioso, ma il calendario ci ha costretto a questo: sono problematiche comuni per tutte. Con i turni ravvicinati, comunque, abbiamo fatto quasi sempre bene”.

Come valuta la decisione della Lega sul calendario?
“Discorsi difficili da fare adesso, alla fine tutto si compensa: dobbiamo accettare il campionato. Tutti hanno avuto pro e contro: è parte del gioco”.

Quaranta punti basteranno o ne serviranno addirittura quarantacinque?
“Non lo so, dipende dal Lecce. Non possiamo fare questi conti, sulla carta ha due partite impegnative: Napoli e Lazio. Ma noi dobbiamo pensare a fare punti, e basta”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy