Palermo, Iachini avverte: “A Cagliari non andremo a fare la comparsa”

Vigilia di campionato in casa Palermo che si prepara ad affrontare il Cagliari, nella 36^giornata di Serie A TIM. Per i rosanero, ormai da qualche tempo salvi, sarà un ulteriore test in vista della prossima stagione e l’occasione per cercare il riscatto dopo il tonfo casalingo contro l’Atalanta.

Fonte immagine: Francesco Agliata
Fonte immagine: Francesco Agliata

A parlare di tutto ciò è stato il tecnico del Palermo Beppe Iachini intervenuto nella consueta conferenza stampa della vigilia: “C’è dispiaciuto leggere dopo la partita con l’Atalanta che pensiamo già alle vacanze. Dispiace sentire questo ma nel computo della prestazione generale abbiamo provato a fare goal in tutte le maniere, quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto. Adesso voglia continuare, rispettiamo il Cagliari che sta vivendo un buon momento e fa dei suoi giocatori veloci l’arma in più. Non andremo a fare la comparsa, andremo a fare ulteriori valutazioni sulle prestazioni dei singoli e della squadra. Va puntualizzato che abbiamo fatto un ottimo campionato, a diverse domeniche dalla fine siamo in una posizione ottimale ma, e lo ripeto ancora perchè non è normale, i venti legni ci hanno impedito di avere qualche punto in più e di competere per qualcosa di diverso. In questo senso dobbiamo essere orgogliosi di quello che abbiamo fatto e cercare di farlo fino alla fine. Logicamente siamo in un finale di stagione dove la stagione ha dato tanto ma cercheremo sempre di dare il massimo. Stiamo continuando a fare il nostro cercando di valutare situazioni diverse che ci possano dare soluzioni in chiave futura”. 

Proprio in chiave futura, mister Iachini ha parlato di Quaison e Belotti: “Quaison? Su di lui lavoro in più ruoli. Lo reputo sia un attaccante che un centrocampista che un esterno: voglio che lui sappia interpretare più ruolo perchè in chiave futura deve essere un giocatore che sia duttile che nel corso della partita possa darti delle varianti tattiche importanti. Ha fatto passi da gigante ma ha ancora margini di miglioramento. Deve avere un inserimento graduale affinche acquisisca personalita e certezze senza rischiare di bruciarsi buttandolo subito nella mischia. Belotti? ? È un ragazzo con cui ho diviso una splendida annata in serie b e adesso ha visto esplodere davanti a se due giocatori come Vazquez e Dybala. Andrea deve fare il suo percorso com’è normale che sia per tutti. L’ho visto logicamente dispiaciuto per il rigore sbagliato ma gli ho detto che nel calcio non puoi fare tutto e subito. Ci vuole costanza ed equilibrio quando le cose vanno peggio”.

In vista del match di domani Iachini ha parlato della nuova possibile alternanza in porta: “Domani ne parlerò con i ragazzi. Si vogliono bene ed hanno lavorato bene insieme, lo dirò prima a loro. Ujkani lo conosco: l’ho visto e valutato e mi è sembrato giusto dagli qualche opportunità visto che ha sempre lavorato con partecipazione com’è stato per qualche altro compagno. Quello che sarà ne parleremo a bocce ferme ma la mia idea è di continuare con entrambi anche il prossimo anno. Noi, però, non possiamo trattenerli se la volontà è diversa: il discorso vale per tutti perchè io non posso dare garanzie a tutti di giocare ogni partita“.

Infine, parola sul girone di ritorno vissuto dal Palermo: “Abbiamo perso giocatori come Barreto, Munoz o Morganella e valutando altri giocatori e, quando cambi molto insieme, perdi qualcosa. Logicamente nelle ultime partite abbiamo pensato con un occhio in la ma non significa che non volevamo vincere: le motivazioni ci sono sempre ma mi sembrava lecito tentare di fare un passo in più ma oltre a demeriti nostri ci si è messa anche la sfortuna. Io non valuto qualche punto in più o in meno ma sicuramente saremo più ricchi per le valutazioni da fare in chiave futura. Nel girone di ritorno non è tutto da buttare: Rigoni è riuscito a fare 7-8 goal da mezz’ala, Chochev è venuto fuori, Lazaar è cresciuto molto nel primo campionato di serie a. Queste sono note positive che mi lasciano un buon segno”.

Contestualmente, la società comunica che il giovane attaccante classe ’96, Accursio Bentivegna ha prolungato il suo contratto con la società di Viale del Fante fino al giugno 2019.

Inoltre, il Palermo ha presentato l’evento “Un calcio alla mafia“: in occasione del match contro la Fiorentina, che si disputerà domenica 24 alle ore 15.00, per volontà del presidente Iachini verrà dedicato l’incontro alla memoria della strage di Capaci. Per l’occasione ci saranno prezzi speciali, partendo dai sei euro delle curve, e sarà possibile acquistare, anche per gli abbonati, fino a un massimo di tre biglietti al prezzo simbolico di un euro per under 18, donne e over 65.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy