Pescara, Bucchi: “Con il Napoli per giocarcela”

A Radio Crc nella trasmissione “Si gonfia la rete” è intervenuto Christian Bucchi, allenatore del Pescara“Sapevo che la strada dell’allenatore sarebbe stata piena di difficoltà, però è un’esperienza formativa, anzi penso proprio che queste difficoltà aiutino la mia crescita.

Fonte immagine: PescaraCalcio.com
Fonte immagine: PescaraCalcio.com

Cerchiamo di non chiudere questo campionato in anticipo e giochiamo con dignità e coraggio sempre. Contro il Napoli ce la giocheremo. Certo,  gli azzurri sono forti ma il Pescara non partirà da sconfitto e alla fine sarà il campo a dare i suoi responsi. L’emozione nell’affrontare il Napoli? Prima della partita ci sarà di sicuro l’emozione del tempo trascorso insieme, ho dedicato tempo e condiviso ed  emozioni con gli azzurri. Poi, però, penserò ad allenare la mia squadra e quindi per quei minuti saremo avversari ma il mio affetto e stima per il Napoli non finisce. Nella mia ultima esperienza a Napoli c’erano molti calciatori che adesso ancora sono in rosa. Quindi tutti tranne quelli delle ultime campagne acquisti. De Sanctis e’ un caro amico, ci siamo sentiti anche la settimana scorsa, sarà bello rincontrarci anche se per la durata sella partita saremo “rivali”.  A chi mi ispiro in questa nuova avventura da allenatore? Per fortuna ho avuto sempre tantissimi allenatori bravi ma credo che poi ognuno debba avere la propria personalità. Io ho provato a prendere il meglio da tutte le esperienze vissute.  Se Mazzarri poteva fare di più? No. Mazzarri ha fatto qualcosa di incredibile a Napoli e sarebbe opportuno che restasse almeno un altro anno perché ha ormai plasmato la squadra e l’ha migliorata di anno in anno. Poi, non dimentichiamo che se il Napoli ha partecipato a competizioni europee è merito anche del tecnico. Spero che Mazzarri resti. Serie A da giocatore e da allenatore? Disputare un campionato come la Serie A significa affrontare grandi campioni ed è questo un motivo in più per mettercela tutta. Da qui alla fine della stagione proveremo a toglierci qualche piccola soddisfazione. Ma, in ogni caso, cercheremo di chiudere dignitosamente il campionato. Quale giocatore del Pescara vedrei bene a Napoli? Sicuramente Perin è il calciatore più pronto per approdare in una grande piazza. Poi, il Pescara gode di ottimi elementi come, Quintero e Weiss che hanno delle qualità incredibili ma sono giocatori che secondo me hanno bisogno ancora di una stagione di adattamento. Devono capire ancora che significa giocare e lavorare non per se stessi ma per la squadra. Però, tutto questo rientra nella norma visto che questi calciatori vengono da culture calcistiche diverse. Il tempo di adattamento di uno straniero è diverso rispetto a quello di un calciatore italiano. Perin è un giocatore di prospettiva, ha voglia di crescere e migliorarsi e sono certo che sarà lui il futuro di grandi club e perché no, anche della Nazionale. Cosa mi auguro per il match dell’Adriatico? Spero che il Pescara possa essere migliore del super Napoli.

 

 

Fonte: areanapoli.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy