Serie A, Verona-Juventus 2-2: goal e spettacolo al “Bentegodi”

Finisce con un pareggio spettacolare il campionato di Verona e Juventus che pareggiano per 2-2 al “Bentegodi” in un match ricco di emozioni. Per gli scaligeri, il pari arriva all’ultimo minuto con Juanito Gomez ma in realtà è la vittoria di Luca Toni che archivia la corsa al titolo di capocannoniere segnando il 22° goal in stagione e allungando su Tevez.

Fonte immagine: El Passs da Wikipedia
Fonte immagine: El Passs da Wikipedia

In casa Verona, Mandorlini vuole chiudere in bellezza il campionato davanti al proprio pubblico e lancia la migliore formazione possibile. In campo ci sarà un 4-3-3 con due cambi rispetto alla formazione vista contro il Parma: infatti, ritornano titolari Greco a centrocampo e Gomez in attacco che formerà il tridente con Jankovic e Toni.

Nella Juventus, invece, Allegri applica un leggero turnover tornando al 4-3-1-2: in campo ci sarà la formazione ampiamente anticipata in settimana con Padoin ed Evra sugli esterni e Pereyra sulla trequarti a supporto delle due punte Llorente e Tevez, con quest’ultimo in campo per vincere il duello con Toni per il titolo di capocannoniere.

Pronti-via è il Verona che parte subito all’attacco cercando di sorprendere la Juventus in avvio: la prima occasione è proprio per gli scaligeri dopo 5 minuti con Toni che servito in area da Gomez prova il pallonetto su Buffon ma la palla va di poco a lato. Nonostante il primo spunto del Verona, il match si gioca su ritmi bassi con la Juventus che sembra avere già la testa a Berlino contro un Verona più aggressivo che prova ad approfittare dell’imprecisioni dei bianconeri. Dopo un’avvio quasi da calcio parrocchiale, i ritmi crescono ed è il Verona che si rende ancora una volta pericoloso con Toni che su un cross dalla sinistra di Hallfredsson prova l’intervento in spaccata calciando però fuori.

La Juventus, nonostante sembri non essere in partita, quando alza il ritmo fa notare la sua qualità ed al 34° minuto ha la grande occasione per passare in vantaggio con Llorente che su cross di Marchisio calcia un perfetto destro al volo che si stampa sulla traversa. L’opportunità per i bianconeri sembra quasi impaurire il Verona che negli ultimi minuti del primo tempo si contrae: ne approfitta allora la Juventus che al 42° minuto passa in vantaggio con Pereyra che mette a segno un goal mozzafiato con un perfetto destro a giro dal limite dell’area che si insacca all’incrocio dei pali dove Rafael non può mai arrivare.

Nella ripresa il canovaccio tattico sembra lo stesso visto nel primo tempo: è il Verona che attacca con la Juve che prova a difendersi: al 49° minuto, però, il Verona agguanta il pari con il 22° centro stagionale di Luca Toni che servito in profondità da Hallfredsson si ritrova a tu per tu con Buffon battendolo con un destro sul primo palo che fa esplodere il “Bentegodi“. Il goal di Toni anima il secondo tempo con la Juventus che però non ci sta a perdere ed al 57° minuto torna in vantaggio con Llorente che sullo scarico di Padoin calcia di prima da pochi passi ed insacca senza problemi.

Il goal del nuovo vantaggio bianconero ridà ritmo alla partita con le due squadre che ci provano senza alcun timore visto che non c’è nulla da perdere. L’unica cosa in gioco è la sfida tra Toni e Tevez con quest’ultimo che ha una grande occasione all’87° quando Marquez atterra in area Llorente, è calcio di rigore: dal dischetto si presenta l’argentino che però si fa intercettare il tiro da Rafael. L’occasione sbagliata dalla Juve dà animo al Verona che nel finale, complice l’uomo in più per l’espulsione di Pepe, agguanta il pari al 93° con Juanito Gomez che con un perfetto colpo di testa batte Buffon e fa esplodere il Bentegodi proprio al fischio finale dell’arbitro Di Bello.

 

HELLAS VERONA-JUVENTUS 2-2
MARCATORI: 42′ Pereyra (J), 49′ Toni (V), 57′ Llorente (J), 93′ Gomez (V)

VERONA (4-3-3): Rafael; Sala, Marquez, Moras, Agostini; Greco (59′ Obbadi), Tachtsidis (85′ Saviola), Hallfredsson; Jankovic (74′ Valoti), Toni, Gomez. All. Mandorlini

JUVENTUS (4-3-1-2): Buffon; Padoin, Bonucci, Ogbonna, Evra (59′ Lichtsteiner); Marchisio (45′ Sturaro), Pirlo, Pogba; Pereyra (77′ Pepe); Tevez, Llorente. All. Allegri

ARBITRO: Marco Di Bello
AMMONITI: Tevez (J), Tachtsidis (V), Gomez (V), Marquez (V)
ESPULSI: Pepe (J)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy