Udinese, Guidolin in conferenza: “Non è stata una stagione negativa”

Terminato il campionato, Francesco Guidolin e la dirigenza dell’Udinese si siederanno intorno a un tavolo e parleranno del futuro. Ma prima c’è da onorare l’ultimo impegno della stagione, e domani sera i bianconeri ospiteranno la Sampdoria in una sfida che decreterà quale delle due compagini si classificherà al dodicesimo posto.

Guidolin Fonte immagine: Roberto Vicario da Wikipedia
Guidolin Fonte immagine: Roberto Vicario da Wikipedia

Rispetto alle ultime stagioni, la posizione in classifica dell’Udinese è decisamente cambiata, molto lontana dalle zone europee. Per Guidolin comunque, la stagione non è da buttare via: Negli anni passati, per tre volte di fila, siamo riusciti ad avere una soddisfazione enorme in classifica e abbiamo sviluppato le qualità di alcuni giovani che poi han preso altre strade. Quest’anno é comunque andato avanti il progetto del club, cioè siamo riusciti a fare emergere le qualità di alcuni giovani. L’ideale sarebbe fare sempre una classifica importantissima e lanciare giovani. La nostra stagione non é stata scintillante, ma abbiamo sfiorato la finale di Coppa Italia, quindi una annata così può starci. Non é negativa“.

Sulla Sampdoria, l’avversario di domani: “Con Mihajlovic si é tolta in breve tempo da qualsiasi problema. Il suo impatto con la realtà doriana é stato molto positivo. Gioca un buon calcio, buon dinamismo. Ha giocatori di qualità, di ottimo livello. Speriamo di essere bravi noi come con il Verona e il Livorno. Spero di vedere una bella gara“.

Uno degli uomini simbolo di quest’annata per l’Udinese è senza dubbio il baby portiere Simone Scuffet, lanciato titolare con molto coraggio da mister Guidolin: “Probabilmente nelle ultime gare c’é stato un po’ di rilassamento, ma ha tirato avanti tanti mesi in una situazione difficile. Lui ha vissuto il periodo critico, ha fatto tanto sforzo dal punto di vista nervoso, quindi può darsi che nel finale qualcosa sia venuto meno. Mi stupisce la sua tenuta dal punto di vista nervoso, così lunga. Questo é un segnale molto importante per il proseguio della sua carriera“. Sulla sua mancata convocazione al Mondiale l’allenatore ha detto: “Mi dispiace per il ragazzo, ma rispettiamo le scelte di Prandelli. Simone ha tanto tempo a disposizione“.

Domani potrebbe essere l’ultima partita per Brkic e Lazzari, in scadenza di contratto. Guidolin commenta: “Su Brkic sappiamo di avere un ottimo portiere con noi. Quindi c’é stata la situazione che ha fatto sì che per tre mesi é sceso in campo Scuffet. Ma tre mesi non dicono niente. Anche per Scuffet il futuro é da conquistare, come per Brkic. Ha tutto il tempo per dimostrare quello che é il suo valore. Lazzari é un signor giocatore: ha qualità, ha vissuto una annata un po’ così come tutta la squadra. Ma resta la mia stima nei suoi confronti come persona e come calciatore“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy