Latina-Siena 0-3: un Rosina da applausi vale i play-off

Dal nostro inviato a Latina – Punti play-off pesantissimi in palio al Francioni tra Latina e Siena.

Latina-Siena Fonte: Simone Gamberini
Latina-Siena

Fonte: Simone Gamberini
I padroni di casa arrivano alla quarantesima giornata con l’obbligo di vincere per non farsi superare dal Cesena che ha vinto sabato scorso e sarà l’avversario dei pontini nel prossimo turno; il Siena dall’altra parte si gioca una delle ultime chance di rientrare nella lotta play-off ed ha estrema necessità di punti. Breda deve rinunciare allo squalificato Jonathas e si inventa la coppia Crimi-Ghezzal per il reparto offensivo; Beretta invece sceglie il giovanissimo Cappelluzzo come centravanti supportato da Rosina e Spinazzola con Giacomazzi che torna a centrocampo. Il Siena imposta la partita nella metà campo avversaria mentre il Latina preferisce attaccare in ripartenza sfruttando le ottime doti atletiche di Crimi che sembra ispirato sin dai primi minuti. Le occasioni migliori vengono proprio dagli attacchi bianconeri, oggi in completo verde, con le giocate intelligenti di Rosina e Giacomazzi che creano confusione nella difesa del Latina e portano più volte lo stesso Rosina al tiro con Iacobucci costretto sin dai primi minuti agli straordinari. Il Latina quando attacca si rende pericoloso ma gli errori da vicino di Ghezzal sulle buone giocate di Crimi fanno rimpiangere le pesanti assenze di Jonathas e dell’ex Paolucci. Con il passare dei minuti il Siena sembra prendere in mano la gara e chiude l’avversario nella propria metà campo facendo girare bene il pallone ma trovando comunque tiri forzati ed imprecisi dalla distanza. Valiani esce allo scoperto dopo un avvio affannoso e comincia a far valere gli ottimi mezzi tecnici mandando a vuoto il pressing dei pontini. Alla mezz’ora il forcing del Siena viene premiato da Giacomazzi che segna di testa su cross da calcio da fermo di Rosina sfruttando l’indecisione generale della difesa pontina che rimane a guardare il pallone entrare in rete. Dopo il vantaggio bianconero il Latina va in seria difficoltà e finisce vittima del tremendo torello senese che porta più volte la squadra toscana a concludere verso la porta per fortuna del Latina senza grossi risultati. Ghezzal non riesce ad incidere e la squadra ne risente ed è costretta ad aggrapparsi alle sgroppate esterne di Alhassan che però difficilmente trova la porta. Nella ripresa il Latina prova disperatamente a rimontare inserendo una punta, Jefferson, al posto di un difensore, Brosco. Sfortunatamente per la squadra di Breda Rosina tira fuori dal cilindro la prestazione da campione e per i nerazzurri è subito notte fonda: all’8′ della ripresa infatti il numero 20 senese torna “Rosinaldo” e porta a spasso la difesa pontina segnando il favoloso gol del raddoppio. La reazione del Latina è confusa e disordinata; arrivano alcune azioni pericolose ma Lamanna non è mai seriamente preoccupato. Le occasioni pericolose infatti continuano ad essere targate Siena ed anche l’ottimo Angelo sfiora il tris scheggiando il palo con un rasoterra da fuori. Poi ancora Siena, stavolta Soinazzola, esterno ex Empoli dall’ottima falcata, parte i percussione verticale ma trova solamente l’esterno della rete. Prima del definitivo gol del KO il Latina trova un tiro pericoloso con Crimi che sfiora il palo ma è soltanto un acuto in una giornata nera. Il Siena infatti infierisce segando il terzo gol, stavolta con il neoentrato Rafa Jorda che con una grande girata corregge in rete il tiro strozzato di Angelo.
Al termine dei 4′ di recupero concessi da Di Bello il Siena può festeggiare un successo netto e meritato che lo riporta nel trenino play-off con una candidatura forte per la prossima Serie A. I bianconeri di Beretta hanno dominato dall’inizio alla fine mettendo in luce uno splendido Rosina che si è guadagnato gli applausi del Francioni al momento della sostituzione. Dall’altra parte il Latina di Breda perde punti, terzo posto e tante certezze: l’assenza degli attaccanti è stata evidenziata dalle grosse difficoltà di Ghezzal e nello scontro diretto di Cesena di domenica prossima servirà un cambio di marcia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy