Latina-Varese 0-3: tutto facile per i biancorossi

Dal nostro inviato a Latina – Al Francioni si gioca la sfida tra Latina e Varese valida per la terza giornata del campionato di Serie B. 

Fonte: Simone Gamberini
Fonte: Simone Gamberini

 

Il Latina di Auteri è in cerca della prima storica vittoria in Serie B dopo un avvio incerto con appena un punto in due partite. Confermato il tanto discusso 3-4-3 di Auteri che manda in campo dall’inizio capitan Milani al rientro dalla squalifica e i neoacquisti Ghezzal e Jonathas all’esordio dal primo minuto; soltanto panchina per l’ultimo colpo di mercato Crimi.

Il Varese di Sottili, anch’esso reduce da un solo pareggio nelle due gare di apertura di campionato, schiera un prudente 4-4-2 con Fiamozzi promosso esterno di centrocampo, Zecchin che stringe in mezzo e Laverone che arretra sulla linea di difesa; davanti capitan Neto Pereira e l’esordiente Pavoletti preferiti a Bjelanovic e Lupoli.

Il Latina comincia forte e prova ad approfittare di un Varese inizialmente assonnato con una punizione di Jonathas dai 20 metri che però finisce ampiamente fuori. Al 12’ Auteri è costretto a sostituire De Giosa, infortunatosi alla caviglia dopo un contrasto con Pavoletti, inserendo Brosco al fianco di Esposito e Cottafava. Il Latina si blocca quando cominciano a funzionare i meccanismi difensivi del Varese che occupano tutti gli spazi rendendo vane le offensive dei pontini. Zecchin e Neto Pereira cambiano marcia e il Latina perde il pallino del gioco. Al 20’ il brasiliano mette alto un colpo di testa da vicino sugli sviluppi di u calcio d’angolo. Al 24’ arriva il gol varesino: Zecchin trasforma un calcio di punizione da posizione favorevole con un sinistro morbido che sorprende un incerto Iacobucci.

Il Latina vorrebbe reagire ma fatica ad essere concreto e impensierisce Bastianoni solo con un tiro da lontano di Milani che però viene bloccato dal portiere biancorosso.

Nella ripresa il Latina cambia le carte in tavole inserendo Barraco al posto dell’impalpabile Alhassan. Il Latina prova a sfruttare le corsie esterne con le incursioni dello stesso Barraco appoggiato da Milani ma non riesce mai a trovare libero in area Jonathas ottimamente controllato da Rea e compagni. Il Varese si chiude dietro dimostrando grande abilità tattica e competenza calcistica del proprio mister: Zecchin è un tuttofare in mezzo al campo, riesce a recuperare palloni e a valorizzare le sfuriate degli ottimi Calil e Fiamozzi sugli esterni; Neto Pereira fa valere la sua esperienza e delizia il pubblico con notevoli giocate mandando in tilt i sistemi difensivi dell’undici di Auteri.

Al 12’ doccia fredda per il Latina: Neto Pereira pesca con un passaggio geniale Calil in mezzo all’area che con un tocco elegante batte Iacobucci e firma il raddoppio biancorosso.

Da questo momento in poi il Latina scompare dal campo diventando ancora più sconclusionato e privo di idee del solito. Il risultato sono azioni prive di logica e dominate dalla foga che portano soltanto a degli inutili tiri dalla distanza che non costringono mai Bastianoni a fare gli straordinari.

A pochi minuti dal termine il Varese sfiora il colpo del KO sull’asse Fiamozzi-Pavoetti con l’esterno classe ’93 che serve il bomber ex Sassuolo che manda di poco a lato.

Il Latina non trova più la forza di reagire e all’89’ arriva anche il terzo gol: cross di Neto Pereira, girata del neo entrato Corti che impegna Iacobucci con la respinta del portiere neroblu che finisce sui piedi di Pavoletti bravo a mettere in rete il pallone del 3-0. Per Pavoletti gol all’esordio in maglia biancorossa.

Il risultato finale è uno 0-3 che condanna il Latina di Auteri  troppo carente di inventiva nella zona centrale del campo e quindi sconclusionato in fase d’attacco. Troppi i 7 gol subiti in tre partite in confronto ai soli due realizzati, c’è ancora tanto da lavorare.

Prima vittoria stagionale della compagine varesina che ha giocato la partita che doveva giocare rischiando poco o nulla e sfruttando le occasioni migliori. Sugli scudi le prestazioni del giovane Fiamozzi, del solito Zecchin e del leader Neto Pereira. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy