Serie B, il Cesena è in finale playoff: col Modena basta l’1-1

Dal nostro inviato a Cesena – Modena o Cesena, oggi una delle due dice “bye-bye” alla Serie A.

Cesena e Modena al fischio d'inizio. Fonte: Thomas Berardi
Cesena e Modena al fischio d’inizio. Fonte: Thomas Berardi

L’andata ha parlato chiaro: bianconeri che espugnano l’Emilia grazie a un gol di Marilungo, e ora possono pure perdere con minimo un gol di scarto. I “canarini”, dunque, devono siglare due gol in più dei padroni di casa per passare il turno. Ecco le formazioni in campo.
CESENA (4-3-3) Agliardi 6; Capelli 6.5, Volta 6.5, Krajnc 6, Renzetti 6; De Feudis 7, Cascione 6, Coppola 6; Defrel 6 (80′ Rodriguez S.V.), Marilungo 7 (66′ Garritano 5.5), D’Alessandro 7 (72′ Camporese 6). All. Bisoli
MODENA (4-4-2) Pinsoglio 6.5; Gozzi 6, Cionek 6, Zoboli 6 (61′ Mazzarani 5.5), Manfrin 5.5; Molina 5.5, Bianchi 5, Burrai 6 (77′ Stanco S.V.), Signori 5 (52′ Doudou 6); Granoche 5.5, Babacar 6.5. All. Degradi (Novellino squalificato)

PRIMO TEMPO – Neanche il tempo di cominciare che trema la traversa: è quella di Agliardi che, immobile, osserva il pallone scagliato da Babacar stamparsi sul montante dopo una staffilata dai 30 metri. Sfortunato il Modena.
Il primo quarto d’ora del match è tutto a tinte gialloblù. Babacar è il migliore e gioca a tutto campo, tirando ma anche dispensando golosi assist non capitalizzati dai propri compagni. Poi però il numero 15 si spegne e, assieme a lui, non gira più tutto il Modena, sottomesso dal centrocampo del Cesena. D’Alessandro è un peperino, imprendibile per gli avversari, che devono ricorrere al fallo – e al susseguente giallo – per fermarlo.
Sul finale di frazione i padroni di casa reclamano un rigore per fallo di mano su cross di De Feudis: Baracani lascia proseguire ma la sensazione è che il rigore ci potesse proprio stare. Poi Renzetti spara un bel sinistro alto di poco dalla trequarti. E’ tutto: il primo tempo di Cesena-Modena finisce 0-0.

SECONDO TEMPO – Ripresa che inizia esattamente come pronosticabile, col Modena che necessita di due gol e deve spingersi in avanti. E proprio come nella prima frazione, i “canarini” sfiorano il gol: tavola apparecchiata per Bianchi, che in corsa all’altezza del dischetto deve solo appoggiarla in rete. Il suo tiro però finisce in curva, per la disperazione dei supporters ospiti.
La partita è viva, il gol è nell’aria ed arriva al 56esimo: contropiede magistrale armato da D’Alessandro che salta Manfrin ed esplode il destro. Pinsoglio è miracoloso sul diagonale e respinge, ma Marilungo stoppa e infila sul secondo palo il pallone dell’1-0. Cesena in vantaggio.Il Modena allora prova a inserire tutte le bocche da fuoco ma il gol del momentaneo pareggio non arriva. Episodio dubbio però in area di rigore cesenate, dove Granoche cade in un contrasto con Krajnc: anche qua, il rigore ci sta ma Baracani fa finta di niente. Al 74′ punizione ospite: Babacar calcia, Agliardi smanaccia come può e l’accorrente Manfrin spara in rete dall’interno dell’area piccola: 1-1.
Nel Modena entra anche Stanco per cercare qualche spizzata offensiva ma il suo apporto è poca roba. Al contrario, il Cesena potrebbe vincere addirittura ma gli manca sempre il passaggio smarcante per arrivare in porta.
Dopo 4 sterili minuti di recupero, l’arbitro dichiara la fine delle ostilità: Cesena e Modena impattano 1-1, romagnoli in finale playoff.

MARCATORI – 56′ Marilungo (C) 74′ Manfrin (M)

NOTE – Ammoniti: Babacar, Bianchi, Manfrin, Cionek (M) Agliardi, Coppola (C). Calci d’angolo: 6 a 5 per il Cesena. Spettatori: 9.424.

ARBITRO – Baracani di Firenze. Assistenti: Citro e Peretti. Addizionali di porta: Nasca e Roca. Quarto uomo: Manzini.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy