Serie B, Crotone-Catania 1-1: il Catania non si sblocca, Ciano al 93′ risponde a Calaio’

Ultimi minuti stregati per il Catania, che anche a Crotone perde per l’ennesima volta punti preziosi durante gli ultimi minuti della gara. Terzo risultato utile consecutivo per la squadra di Drago invece, che dopo il pareggio contro il Carpi e la vittoria di Bologna riesce a strappare un punto anche ad un’altra squadra appena retrocessa dalla Serie A.

Autore: Crotoniate Fonte: Wikipedia.org
Autore: Crotoniate
Fonte: Wikipedia.org

Per gli etnei subito in campo l’esordiente Jankovic e Capuano, mediano basso, mentre per i locali va in campo lo stesso undici di Bologna. Prima mezzora di gioco equilibrata, con occasioni da entrambe le parti: particolare a rendersi pericolosi sono De Giorgio su calcio di punizione per il Crotone e Calaiò con una girata a pochi passi dal portiere per il Catania .

Al 25′ minuto sugli sviluppi di un calcio d’angolo arriva il goal del Catania: Calaiò imbeccato da Rosina riesce a liberarsi della marcatura ed a trovare l’angolo alla destra di Caio. Da sottolineare l’esultanza dell’Arciere che va a cercare l’abbraccio di tutta la la squadra, quasi a voler sottolineare i meriti di tutti.

Al 31′ Modesto è costretto ad abbandonare il campo a causa di un infortunio, dentro il rumeno classe 95′ Balasa.

Un minuto più tardi occasione per il Crotone: Dezi riesce a trovare lo spazio per far partire il tiro poco fuori area, Anania attento respinge, confermando l’ottimo momento di forma.
L’ultimo brivido della prima frazione di gioco lo regala sempre il numero 9 del Catania: l’attaccante servito da Capuano in area riesce a trovare la coordinazione giusta per colpire il pallone, riuscendo però solo a timbrare il palo.

Il secondo tempo inizia con la seconda sostituzione per il Crotone: in campo Oduamadi al posto di De Giorgio. Squadre subito aggressive nei primi minuti della ripresa: è sopratutto la formazione di casa a cercare il pareggio, anche se l’occasione più ghiotta dei primi 20′  arriva sui piedi del solito Calaio’, il quale stavolta trova la pronta risposta di Caio.
Al 70′ Drago tenta l’ultimo cambio per cambiare le sorti del match: fuori il centrocampista Suciu, dentro l’attaccante Padovan, che va ad affiancare Belec, fino ad ora unica punta dei locali. Sannino effettua subito la contromossa, richiamando il giovane Jankovic e sostituendolo con il più “roccioso” Almiron: il Catania passa così ad un 5-4-1, con Capuano nella linea di difesa e Almiron che prende posto nella mediana.

Altri due cambi per il Catania nei minuti finali della partita: fuori Martinho e Rosina, dentro Garufi e Sauro, il Catania decide di difendere con quanti più uomini possibili il risultato.

Arriva all’ultimo secondo del recupero l’occasione che cambia il risultato: il giovane Garufi pecca d’inesperienza e stende Padovan; Pairetto non ha dubbi ed indica il dischetto. Dagli undici metri Camillo Ciano con il  sinistro spiazza Anania e firma il definitivo 1-1.

IL MIGLIORE CALAIO‘: Nonostante venga dimenticato nella metà campo del Crotone dai suoi compagni per la maggior parte della partita, l’attaccante riesce comunque a segnare un goal ed a rendersi pericoloso in numerose occasione.

IL PEGGIORE GARUFI: La giovane età non può giustificare un errore così grave, costato ben due punti alla sua squadra.

TABELLINO:

CROTONE-CATANIA 1-1

CROTONE(4-3-3): 22 Caio; 27 Zampano, 3 Claiton, 13 Ferrari, 32 Modesto (dal 31′ Balasa); 17 Maiello, 6 Dezi, 21 Suciu (dal 70′ Padovan); 28 Ciano, 25 Beleck, 10 De Giorgio (dal 46′ Oduamadi). A disp: 1 Bajza, 5 Cremonesi, 23 Gigli, 24 Martella, 4 Galardo, 8 Minotti, 19 Berardocco, 20 Salzano, 9 Torregrossa. All. Drago

CATANIA(4-3-3): 26 Anania; 2 Peruzzi, 23 Gyomber, 3 Spolli, 18 Monzon; 27 Jankovic (dal 71′ Almiron), 24 Capuano,  6 Martinho (dal 76′ Garufi); 10 Rosina (dal 86′ Sauro), 9 Calaiò, 19 Castro. A disp: 12 Ficara, 28 Parisi, 20 Chrapek, 8 Escalante, 7 Leto, 17 Çani, 7 Marcelinho.  All. Sannino

AMMONITI: Castro, Ferrari, Capuano, Beleck, Monzon, Dos Santos, Spolli

GOAL:26′ Calaio’, 93′ Ciano

 

Federica Susini

Federica Susini

Aspirante giornalista sportiva per passione, studio giurisprudenza presso la facoltà di Catania. Gioco a pallavolo, mi piacciono le serie tv e il mio tempo libero amo trascorrerlo con le persone care.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy