Argentina: vince il Racing, pari tra Rosario e Independiente

Giornata ricca di emozioni in Argentina dove in Primera Division si sono disputati quattro incontri con l’importante successo del Racing ed il pari in rimonta del Rosario contro l’Independiente.

Autore: David Gabay Fonte: Flickr.com
Autore: David Gabay
Fonte: Flickr.com

Iniziamo dal Gigante de Arroyito dove Rosario Central e Independiente mettono in scena un incontro ricco di emozioni che finisce con il punteggio di 1-1.

Partita viva sin dai primi minuti con las canallas che tengono in mano il pallino del gioco ed hanno le migliori occasioni sull’asse Delgado-Ruben: al 20° minuto prima occasione con il Chelito che crossa dentro dove c’è Ruben che stoppa e tira ma trova la straordinaria respinta di Rodriguez che salva la porta roja. Passano tre minuti e ancora una volta Delgado in velocità lancia Ruben che salta Rodriguez e calcia a botta sicura ma uno straordinario Papa riesce a salvare sulla linea.

I padroni di casa sembrano in totale controllo della partita contro un Indepentiente spento che però quando può sfrutta ogni occasione: al 39° la squadra di Fernando Berona passa in vantaggio con il Carucha Aguilera che disegna una perfetta traiettoria su calcio di punizione che si insacca all’incrocio dei pali e consente alla squadra di Avellaneda di andare a riposo avanti di un goal.

Nella ripresa il copione è sempre lo stesso: il Rosario fa la partita chiudendo l’Independiente nella propria metà campo. Dopo un vero e proprio assedio, al 71° arriva il pareggio del Rosario con il neo entrato Niell che su un potente cross di Ruben riesce a trovare la deviazione decisiva che fa esplodere i tifosi rosarini.

Nel finale entrambe le squadre provano a portare a casa i tre punti ma l’incontro finisce con il punteggio di 1-1 con il Rosario che sale a quota 28 punti in classifica agganciando momentaneamente Boca e River; per l’Independiente, invece, i punti sono 20.

 

Autore: Sam Kelly Fonte: Flickr.com
Autore: Sam Kelly
Fonte: Flickr.com

Passiamo al Cilindro di Avellaneda dove il Racing trova il terzo successo consecutivo in campionato battendo per 3-1 il Velez che dopo aver battuto il Boca si ferma davanti l’Academia.

I primi minuti si giocano su ritmi blandi con il Velez molto attendista mentre il Racing sembra più intraprendente e propositivo. Al 25° minuto prima grande occasione dell’incontro ed è per il Racing: palla in profondità per Cerro che in area viene atterrato da Pellerano, è calcio di rigore. Dal dischetto si presenta el “Principe” Milito che calcia ma trova la respinta con i piedi di Aguerre che salva il risultato.

Passano 5 minuti ed il Racing ha un nuovo calcio di rigore quando Amor atterra in area Gustavo Bou. Dal dischetto, stavolta, si presenta Bou che non sbaglia e fa esplodere il Cilindro portando in vantaggio l’Academia. Nel finale di tempo prova ad uscire dal guscio il Velez ed il Fortin ha la migliore opportunità sugli sviluppi di un calcio d’angolo dove un difensore del Racing tocca la sfera rischiando l’autogoal.

Nella ripresa l’egemonia dell’incontro non cambia ed è sempre il Racing che tiene in mano il pallino del gioco ed al 57° minuto trova il raddoppio con Camacho che sugli sviluppi di un calcio d’angolo anticipa tutti e trova un perfetto colpo di testa che si insacca lasciando Aguerre immobile. La partita sembra mettersi decisamente in salita per il Velez che al 75° minuto resta in 10 uomini per l’espulsione di Acuna entrato in maniera troppo decisa su Cabral; la rimonta sembra impossibile ma il Fortin prova a reagire ed all’82° minuto accorcia le distanze con Grillo che su un’azione fotocopia al raddoppio del Racing batte Saja riaprendo l’incontro.

Il Velez ci prova, motivato dal goal di Grillo, ma il Racing gioca meglio e, complice l’uomo in più chiude l’incontro all’88° minuto con il principe Milito bravo a ribadire in rete la corta respinta di Aguerre su un tiro di Gustavo Bou. Gli ultimi minuti sono di festa al Cilindro mentre il Velez termina l’incontro in 9 uomini visto che anche Grillo viene espulso per uno scriteriato intervento su Diaz. Finisce 3-1 con il Racing che sale a quota 30 punti in classifica a 2 punti dal San Lorenzo capolista.

 

Negli altri due incontri di giornata, importanti successi nelle parti basse della classifica. Nel match delle 16 finisce 3-1 al Guacuarì di Garupá dove il Crucero del Norte batte il San Martin: a mettere a segno il tris che vale tre punti al Colectivero ci pensano Avalos, con il goal più veloce del torneo dopo appena 13 secondi, il Pinti Alvarez e infine Nicolas Olmedo che chiude l’incontro con un perfetto mancino dai 20 metri che si insacca all’incrocio dei pali: grazie a questa vittoria il Crucero sale a quota 13 punti in classifica

Vittoria anche per l’Atletico Rafaela che al Nuevo Monumental batte per 2-0 la Nueva Chicago con un eurogoal del Polaco Bastia che dai 40 metri calcia un perfetto destro che si insacca all’incrocio dei pali e con un rigore trasformato da Gonzalez che fa salire la Crema a quota 12 punti in classifica mentre i neroverdi restano ultimi in classifica ancora senza vittorie in campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy