Copa Libertadores, Tigres-River Plate 0-0: la finale d’andata finisce in parità

Dopo la tanta attesa per questo scontro che valeva lo scettro del Sud America, la finale d’andata di Copa Libertadores tra UANL Tigres e River Plate finisce con il punteggio di 0-0. Tanta delusione nei 40 mila spettatori accorsi all’Universitario di San Nicolas che hanno assistito ad una partita dove spesso prevaleva l’estenua difesa invece di un pizzico di brio alla ricerca del goal del vantaggio.

Lo stadio del Tigres Fonte foto: Wikipedia - http://tigresoccer.blogspot.com/ Aldo Martínez
Lo stadio del Tigres Fonte foto: Wikipedia – http://tigresoccer.blogspot.com/ Aldo Martínez

Nel Tigres, il Tuca Ferretti manda in campo il consueto 4-2-3-1 molto offensivo per cercare di sfruttare il fattore casa con Damn, Sobis e Alverez a supporto dell’unica punta Gignac. Nel River Plate, invece, El Muneco Gallardo lascia a sorpresa Cavenaghi in panchina lanciando un 4-4-2 con Alario e Mora in attacco.

Il primo tempo si gioca su ritmi blandi: nel primo quarto d’ora sembra il River Plate la squadra più intraprendente ma, negli ultimi 20 metri, si dimostra poco concreto. Al 17° minuto la prima occasione per il Tigres: cross dalla destra di Arevalo Rios che Funes Mori devia prendendo un’incredibile parabola che tocca la traversa. Questa chance dà nuova linfa ai Felinos ma per Gignac non è serata e sotto rete non si rende mai pericoloso. Al 34° minuto ultima occasione della prima frazione per il River con Alario che servito in profondità da Sanchez si ritrova a tu per tu con Guzman ma il portiere riesce ad anticiparlo.

Nella ripresa il copione non cambia: nonostante le sostituzioni da ambo le parti (Duenas per il Tigres ed il Piti Martinez e Bertolo per il River) il match continua ad essere a tratti noioso con i padroni di casa che ci provano mentre i Milionarios, nella ripresa, non si avvicinano mai alla porta di Guzman. La più grande occasione è all’83° minuto ed è per il Tigres: servito in area, Damn si ritrova a tu per tu con Barovero, lo salta con una finta ma a porta vuota perde l’attimo giusto per insaccare la sfera.

Finisce 0-0 al Volcantra sette giorni il ritorno al Monumental di Buenos Aires. Lì si deciderà tutto: in caso di ulteriore parità, si andrà ai tempi supplementari per decidere se sarà il Tigres ad essere la prima squadra messicana a vincere la Libertadores o il River dopo 19 anni di assenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy