Roma-Bologna 1-0, le pagelle dei giallorossi: El Shaarawy è il migliore!

La Roma vince ancora 1-0 e mette in cassaforte altri importantissimi punti: gli uomini di Di Francesco tengono sotto controllo la gara, rischiando solo in un’occasione, dove Alisson si supera. Bene El Shaarawy che regala un gran gol al pubblico presente. I giallorossi stanno crescendo e gestiscono con maturità un match complicato.

ROMA: LE PAGELLE DEI GIALLOROSSI. ALISSON DETERMINANTE

Alisson 7: per lui l’ennesimo match da spettatore non pagante. Viene chiamato ad un miracolo solo da Masina che, di testa, lo porta ad un recupero prodigioso. Il risultato viene blindato e per tutta la partita resta con i guanti puliti.

Peres 6: strappa la sufficienza il brasiliano che è importantissimo in fase di spinta, ma continua ad avere lacune nell’ambito difensivo. Spinge e corre con costanza, ma si posizione spesso in posizione sbagliata in fase di ripiegamento. Nella ripresa resta più basso, fino alla sua sostituzione per un colpo ricevuto. (dal 70′ Moreno: Sv.)

Fazio 7: il leader del reparto arretrato regala un’altra prova di grande spessore. Le palle alte sono le sua responsabità e le gestisce ottimamente. Sempre in costante anticipo, non si fa mai saltare dall’avversario. Soffre un po’ la velocità di Di Francesco, ma con l’esperienza colpa facilmente il gap e spadroneggia nella sua porzione di campo.

J. Jesus 6: a differenza del collega, resta più indietro come ultimo baluardo davanti ad Alisson. Quando serve, anticipa con prontezza e tranquillità, fermando diverse ripartenze del Bologna. Con Fazio vicino è tranquillo anche in fase d’impostazione e la vicinanza di De Rossi è una vera manna per lui.

Florenzi 6.5: il giovane di Vitinia mette, nei suoi 90 minuti, tanta grinta, corsa e curore. Il terzino della Roma pressa in modo asfissiante, rimanendo alto e impedento ai laterali rossoblu di sganciarsi e restare in avanti. Recupera palloni velenosi e si propone sul fondo: peccato per la misura sbagliata dei suoi cross.

De Rossi 6: più brillante rispetto agli ultimi incontri. Il centrocampista della nazionale disputa una gara di grande qualità soprattutto in fase di interdizione dove si improvvisa terzo centrale. Spezza costantemente le avanzate degli avversari, regalando un raddoppio a tutti i compagni di difesa. Tanta quantità che, alla fine, lo porta a tirare il fiato, costringendolo a troppi falli tattici che gli costano l’ammonizione.

Pellegrini 6.5: altri 90 minuti di alto livello per l’ex Sassuolo che corre in tutti gli angoli del campo. Tantissimi i recuperi per il ragazzo che sta diventando fondamentale per gli schemi di Di Francesco. In avanti compie inserimenti precisi, accompagnando l’azione e offrendo un’alternativa in più ai propri compagni.

Strootman 6: molto attivo e grintoso nel primo tempo, scompare e resta impalpabile nella ripresa. Un olandese dalle due facce che si perde con il passare dei minuti. Determinante con le sue entrate e la circolazione di palla, si nasconde e sbaglia tantissimo quando serve di più. Ancora in fase di perfezionamento: la tecnica che ha non si discute, manca ancora un po’ di testa.

Defrel 5.5: migliora negli inserimenti e fa ottimi movimenti, ma purtroppo non centra mai la porta. Due occasioni nitide che vengono malamente sprecate. Da una grande mano davanti e si veste da assistman per i compagni, ma nel momento decisivo non è incisivo. Gli manca il guizzo per sbloccarsi e per godersi una sufficienza meritata. (dal 59′ Perotti 6: ha il compito di tenere palla e di puntare il suo diretto avversario. Fa entrambe le cose con facilità e gestice il pallone nei minuti finali di gioco.)

El Shaarawy 7.5: grandissima partita per il laterale della Roma che corona la sua prestazione con un gol fantastico al volo. Un piattone che non lascia scampo a Da Costa e regala i 3 punti giornalieri. Per  i restanti minuti corre e si fa trovare pronto in fase difensiva. Tenta di mettere a segno una doppietta, ma la mira non è infallibile. Fa quello che vuole in una serata eccezionale per lui. (dall’83’ Gerson: Sv.)

Dzeko 6: il bosniaco ha qualche difficoltà come contro il Crotone ma si muove bene nei primi 45 minuti. Nella ripresa si nasconde e impedisce alla sua squadra di salire con costanza. Si sa rendere pericoloso, ma si sta notando un po’ di stanchezza per lui.

Di Francesco 7: un’altra vittoria dove la Roma controlla il match senza chiuderlo con il secondo gol. La formazione sembra aver trovato i giusti tempi, sia in fase d’affondo che di gestione. Tre 1-0 per 9 punti in più in classifica vuol dire tanto sul fronte mentalità. Gli attaccanti creano e sprecano troppo, ma la difesa sta garantendo una solidità unica con il titolo di migliore del campionato. Grandi passi in avanti in attesa del big match contro il Chelsea all’Olimpico.