Liga, 2° giornata: vola l’Eibar, frenato il Valencia al Mestalla

Dopo le vittorie di Barcellona, Real Madrid ed Atletico, la seconda giornata di Liga prosegue con i trionfi di Eibar e Granada ed il clamoroso passo falso del Valencia che rimedia solo un pareggio in casa contro il Deportivo, così come il Las Palmas.

Il Mestalla fonte foto: Wikipedia - Tot-futbol
Il Mestalla fonte foto: Wikipedia – Tot-futbol

All’Ipurua l’Eibar non delude e coglie la seconda vittoria consecutiva andando sorprendentemente a punteggio pieno: una gran bella soddisfazione per una squadra che ha visto il baratro della Segunda Division e che mira alla salvezza. Pesante il 2-0 rifilato ad un Athletic Bilbao questa sera non all’altezza della situazione e piuttosto macchinoso nei movimenti.

Il match si sblocca alla mezzora per i padroni di casa che siglano il vantaggio grazie alla rete di Berjon, abile a concretizzare il rigore in gol. Incapace di reagire, l’Ath. Bilbao non riesce a colmare le distanze ed invece di agguantare un pari sempre più insperato, viene beffato al 61′ dal guizzo improvviso di Adrian, che stacca di testa su corner e regala la vittoria all’Eibar, condannando gli avversari alla seconda sconfitta, dopo quella contro il Barcellona.

Non gira alla perfezione la giostra del Valencia, beffato in casa sull’1-1 al Mestalla da un Deportivo di gran lunga determinato e combattivo fino agli istanti finali del match. Una partita sicuramente in salita per i padroni di casa che a pochi minuti dalla chiusura del primo tempo si trovano a dover rimontare lo svantaggio: al 39′ il sinistro a giro di Perez, servito dall’ottimo assist di Juanfran, gela il Mestalla e spiazza Ryan. Risponde la formazione casalinga allo scoccare del 45′ con un’azione nata da un corner e tramutata in gol dalla precisa rasoiata di Negredo. Nonostante l’asfissiante pressing della squadra galiziana, il Valencia conserva il pareggio nonostante l’inferiorità numerica dovuta all’espulsione di Barragan. Un punto per parte: decisamente poca cosa per le ambizioni del Valencia.

Tutt’altro che esaltante anche l’esordio casalingo del Getafe, che si lascia sorprendere sull’1-2 dalla forza e dalla superiorità di un Granada ben schierato in campo e davvero competitivo questa sera. Match gestito oculatamente dagli ospiti, forti del vantaggio giunto al 26′: il fallo di Velazquez fa fischiare al rigore, siglato di gran classe da El Arabi. Bastano soltanto pochi minuti a consolidare il dominio in campo del Granada che, dinanzi ad un avversario annichilito e spaurito, trova l’opportunità per firmare il 2-0 grazie al rasoterra in area di Success, che disegna una traiettoria imprendibile per Guaita. Giunge troppo tardi la rete di Lafita, bravo ad accorciare le distanze all’80’: il Granada trova l’agognato riscatto al Perez dopo la sconfitta maturata con l’Eibar; ancora una delusione per il Getafe che si lascia alle spalle l’opaca prestazione registrata contro l’Espanyol.

Davvero ben poche emozioni nel match tra Las Palmas e Levante, che termina a reti bianche. Al Gran Canaria, la neopromossa non riesce a dominare la scena conquistando i preziosi 3 punti che sono mancati già all’esordio, avvenuto la scorsa giornata con l’Atletico Madrid di Simeone. Sporadiche le fiammate del Las Palmas, tenute vive dalle incursioni di Simon e del nuovo acquisto Sergio Araujo, che non riesce però ad incidere se non sul finale, quando sfiora il gol che avrebbe potuto regalare la vittoria. Non arrivano grandi segnali e giocate vincenti neppure dal Levante, che non spinge più di tanto e si accontenta del punto guadagnato in trasferta dopo la disfatta contro il Celta Vigo.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *