Premier League, harakiri Manchester City: da 2-0 a 2-2 contro il Burnley

Un doppio vantaggio sprecato ed un quasi aggancio in vetta fallito. Si può riassumere così il pomeriggio del Manchester City che, dopo il pareggio del Chelsea contro il Southampton, aveva l’occasione di andare a -1 dagli uomini di Mourinho ma ha fallito pareggiando per 2-2 contro la matricola Burnley, non sfruttando il 2-0 dopo 45 minuti.

Manchester City Fonte: (Mick Baker)rooster
Manchester City Fonte: (Mick Baker)rooster

Il Burnley non è venuto a fare la scampagnata all’Etihad e lo si nota dall’atteggiamento della squadra di Dyche che gioca a viso aperto contro un City obbligato a vincere dopo il pareggio del Chelsea. La squadra di Pellegrini, però, gioca in maniera autoritaria e, dopo aver avuto una prima grande occasione al 17° minuto con Milner, passa in vantaggio al 23° minuto con David Silva che fredda Heaton con un preciso mancino da dentro l’area. Il match si fa in discesa per i padroni di casa che 10 minuti più tardi trovano il raddoppio stavolta con Fernandinho che insacca in rete con un tiro violento da fuori area: alla mezz’ora è 2-0. Il City va vicino anche al terzo goal con Jesus Navas ma Heaton si salva in corner.

Dopo un primo tempo di dominio, la ripresa sembra una formalità per il City visto che il Burnley fino ad ora ha raccolto appena 5 punti fuori dalle mura amiche ma i Claret escono dagli spogliatoi con un piglio diverso a differenza degli uomini di Pellegrini che pensano di avere già il risultato in mano. Al 47° minuto, gli ospiti accorciano le distanze con Boyd che trova la deviazione vincente sul tiro di Ings e spiazza Hart. Il City va vicino al terzo goal ma è il Burnley a giocare meglio ed al 60° minuto va vicino al pareggio con Shackell che di testa la manda alta di pochissimo. Pellegrini prova a smuovere i suoi mettendo dentro Jovetic per chiudere l’incontro ma il Burnley all’82° minuto trova il clamoroso pareggio con Barnes che con un bellissimo tiro all’incrocio dei pali batte Hart. Provano l’assalto finale i padroni di casa per cercare la vittoria ma c’è tanta imprecisione negli attacchi degli sky blues che non portano più pericoli alla porta di Heaton.

Finisce 2-2 all’Etihad Stadium con il pubblico che fischia i propri giocatori visto che già si pregustava il -1 dal Chelsea visto il pareggio degli uomini di Mourinho. La squadra di Pellegrini, però, ha gettato all’aria un doppio vantaggio contro un Burnley che ha giocato con il cuore ed è riuscito a portare a casa un punto ed i ringraziamenti di tutto il Chelsea.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy