Insigne evanescente, Calaiò inesistente: Viktoria Plzen-Napoli 2-0, le pagelle azzurre

Il Napoli saluta l’Europa League con la sconfitta di Plzen, dove perde per 2 reti a 0. Di seguito le pagelle degli azzurri:

Fonte: Danilo Rossetti
Fonte: Danilo Rossetti

DE SANCTIS VOTO 5,5: Chiude la porta per due volte, si lascia sfuggire il pallone nel gol del vantaggio dei cechi. Nulla può sul raddoppio.

MAGGIO VOTO 5: Gioca come esterno alto ripiegando molto poco a difesa, non riesce mai a mettere dei cross per la testa di Calaiò e Cavani.

GAMBERINI VOTO 5: Molto nervoso, viene beccato dai giocatori cechi per tutta la partita che trovano pane per i loro denti con il difensore ex Fiorentina. (dal 65′ CANNAVARO SV)

ROLANDO VOTO 5,5: Il migliore della difesa azzurra. Sempre buono nelle chiusure sugli attaccanti cechi, sta entrando nei meccanismi della squadra azzurra.

ZUNIGA VOTO 5: Troppi dribbling inutili, arriva spesso sul fondo senza riuscire ad incidere.

DONADEL VOTO 4,5: I tifosi del Napoli ancora si chiedono come possa un giocatore del genere giocare in Europa League, visto il suo scarsissimo apporto tecnico e fisico che da alla squadra. (dal 45′ INLER VOTO 5,5: Da più peso al centrocampo azzurro, ma ha colpe sulla palla persa nell’azione del 2-0 del Viktoria.)

BEHRAMI VOTO 5: Ci mette rabbia, forse troppa, infatti appare anche lui molto nervoso sin dai primi minuti. Nella prima mezz’ora rimedia il solito giallo e Mazzarri lo tira fuori nell’intervallo. (dal 45′ CAVANI VOTO 5,5: L’unico che ci prova, insieme ad Insigne, fino alla fine. Sfortunato e anche troppo nervoso come tutta la compagine azzurra.)

DZEMAILI VOTO 5: Molto impreciso negli appoggi e non riesce a dare un filtro decente al centrocampo azzurro.

INSIGNE VOTO 5,5: Sembra partire bene, come nel match di campionato contro la Sampdoria, ma via via si spegne ritrovandosi nei minuti finali del secondo tempo. L’unico che da pensieri al portiere ceco con Cavani.

PANDEV VOTO 5: Non riesce a dettare il passaggio finale per Calaiò e Insigne, i difensori del Viktoria lo prendono di mira fin dal primo minuto con una serie di calci da dietro.

CALAIO’ VOTO 4,5: Qualcuno si chiede ancora se il Napoli abbia giocato in 10 per 89′ minuti quando, nei minuti finali, proprio il numero 33 azzurro si fa vedere con un tocco d’esterno che finisce, ovviamente, fuori dallo specchio della porta.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy