Milan-Genoa 2-1, le pagelle dei rossoblù: inesistente Matavz

Le pagelle del Genoa di Gian Piero Gasperini uscito sconfitto dal match di S.Siro contro il Milan di Sinisa Mihajlovic con il risultato di 2-1 per i rossoneri in virtù delle reti di Bacca ed Honda per i rossoneri e l’ex Cerci per i rossoblù.

Fonte: genoacfc.it
Fonte: genoacfc.it

Perin 6: Ci mette la sua classe in 2-3 circostanze per evitare un passivo peggiore. Non può nulla sulla rete di Bacca, si lascia un po sorprendere sul gol di Honda e in occasione del palo di Montolivo.
De Maio 6: Balla tutta la difesa del Genoa contro Niang e Bacca, lui è tra i pochi a salvarsi nella squadra di Gasperini.
Burdisso 5,5: Fatica non poco a contenere le giocate di Bacca e Niang. Prova a cavarsela con l’esperienza, ma la giornata non è delle migliori.
Izzo 5: Inizia come al solito una buona gara al centro della difesa. Il gol di Bacca poi tracolla un po tutta la squadra è lui ne soffre maggiormente.
Fiamozzi 5: De Sciglio e soprattutto Honda dalle sue parti fanno ciò che vogliono, sfondando regolarmente. Nel primo tempo meglio, poi crolla totalmente nella ripresa. Debutto da incubo.
Laxalt 5: Schierato in una posizione forse troppo avanzata per le sue qualità, viene sistematicamente saltato dal duo Bonaventura-Antonelli. Mai pericoloso in fase offensiva.
Dzemaili 5: Primo tempo discreto per il centrocampista svizzero, che lotta e cerca di impostare. Troppi errori però e nella ripresa sparisce totalmente.
Rigoni 5,5: Il migliore nel centrocampo rossoblù, ma anche per lui gara insufficiente.
Gabriel Silva 5: Perde la marcatura su Niang che spizza per Bacca in occasione del primo gol. Va sempre in sofferenza. Giornata decisamente negativa per l’ex Udinese e Carpi.
Suso 5,5: Gasperini lo tira fuori dopo soli 45 minuti che, seppur insufficiente, lo reputano comunque tra i migliori dei suoi. Prova qualche giocata, mai pericoloso verso Donnarumma.
Matavz 5: Aveva già punito il Milan in Champions e c’era grande attesa per il suo debutto in Italia. Alex e Romagnoli non gli fanno però vedere una palla.
Cerci 6: Torna nel suo stadio, tra i soliti fischi assordanti dei tifosi. Prova qualche accellerazione, trova l’inutile gol nel finale.
Lazovic 5,5: Entra nei minuti finali per Izzo per tentare di riaprire la gara con più spinta offensiva. L’esperimento Gasperini riesce a metà, ma non per certo per meriti di Lazovic.
N’Tcham s.v.: Minuti finali per lui, senza particolari giocate degne di nota.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *