Inter-Fiorentina 1-4, le pagelle dei nerazzurri: Medel si salva, disastro Handanovic e Santon

Prima sconfitta stagionale per l’Inter che ne prende 4 dalla Fiorentina in una serata segnata dalla tripletta di Nikola Kalinic: nerazzurri in difficoltà sin dall’inizio con un calcio di rigore nato da un pasticcio di Medel e Handanovic che ha dato il là al dominio viola. Ecco le pagelle Inter.

medel
(Gary Medel – Foto: Salvatore Suriano)

INTER

Handanovic 4,5 – Davvero troppi errori per un portiere del suo spessore che non può concedersi tali lussi in partite così importanti: prima sbaglia lo stop e stende Kalinic causando il rigore dello 0-1 dopo pochissimi minuti, poi sul tiro di Ilicic nell’azione del raddoppio viola è tutt’altro che impeccabile. Grave errore anche nell’azione dell’espulsione di miranda dove una sua uscita avrebbe scongiurato il rosso.

Medel 6 – Eccezion fatta per la palla avvelenata passata all’indietro per Handanovic riesce a tenere botta contro il dilagante attacco viola. Contrasti, grinta e un recupero da grande giocatore su Ilicic che evita lo 0-4 già al primo tempo. Tra i migliori in casa Inter.

Miranda 5 – In accelerazione kalinic gli guadagna troppi metri e per quanto sia dannosa la scelta di stendere il croato era la più logica. Troppo in affanno contro un attacco così mobile.

Santon 4,5 – Gioca in tutti i ruoli della difesa e ne azzecca davvero poche. Pessimo negli uno contro uno, tanti errori col pallone tra i piedi e totalmente fuori ruolo nella difesa a tre. Il peggiore in casa Inter.

Telles 6 – In fase difensiva commette qualche errore di troppo ma dai suoi piedi partono la maggior parte delle azioni interiste. Ottima la palla servita ad Icardi nell’azione del gol.

Kondogbia 5 – Spaesato in mezzo al campo dove i palleggiatori viola fanno il bello e il cattivo tempo. Recupera pochissimi palloni e davanti è praticamente nullo. Partita molto opaca; viene logicamente sostituito.  Dal 45’ Ranocchia 6 – Entra quando la Fiorentina alza il piede dall’acceleratore e ha meno chance dei suoi colleghi di inceppare in errori difensivi. Sbaglia in un’uscita dalla difesa e per poco Kalinic non ne approfitta.

Guarin 5,5 – Inconsistente quando la partita è ancora in bilico, troppo nervoso quando non c’è più nulla da fare. Non si ritaglia mai uno spazio per il tiro e soffre le finte di corpo di Badelj, Vecino e Borja Valero. Dal 77’ Brozovic s.v.

Melo 5,5 – Anche lui eccede nel nervosismo dopo un buon avvio di gara in cui recupera più di qualche pallone. Sicuramente meno determinante rispetto alle ultime uscite a sfigura molto di meno rispetto ai suoi colleghi.

Perisic 4,5 – Si fa doppiare da Alonso nell’azione del secondo gol di Kalinic che mette al Tappeto la squadra di mancini. In avanti non si vede mai: zero discese, pochissimi dribbling vincenti e nessuna conclusione. Dal 61’ Biabiany 5 – Entra come mossa della disperazione per provare a trovare qualche accelerazione vincente ma delude.

Icardi 6 – In campo si fa notare poco ma almeno fa quello che gli si chiede di fare: gol. Il suo stacco su Badelj è imponente e con la grinta riesce a mettere in gol sulla respinta. Per il resto della gara viene servito pochissimo.

Palacio 5 – Scopre di giocare a pochi minuti dall’avvio della gara ed entra totalmente impreparato in questa partita. Perde tutti i corpo a corpo con Roncaglia e non impensierisce mai Tatarusanu. A questa Inter servono di più le sue giocate.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *