Mondiale per club: il Real Madrid è campione del mondo

Il Mondiale per club si chiude senza grosse sorprese e con il verdetto pronosticato ad inizio torneo: il Real Madrid è campione del mondo.

Cristiano Ronaldo. Fonte: Jan SOLO (flickr.com)
Cristiano Ronaldo. Fonte: Jan SOLO (flickr.com)
Non basta un buon San Lorenzo che prepara bene la partita ma una volta passato in svantaggio non riesce a trovare la forza e le giocate per impostare una rimonta. Il Real Madrid in avvio di gara soffre l’eccessiva organizzazione difensiva premeditata dal Paton Bauza e fatica a trovare spiragli grazie alle ottime prestazioni di Kannemann e Yepes che allontanano ogni pericolo. Anche Buffarini si disimpegna discretamente oscurando la stella di Cristiano Ronaldo che faticherà a brillare per tutto il corso della partita.
In tre occasioni però le merengues trovano lo spiraglio per punire la difesa azulgrana ma i guantoni di Torrico si oppongono in sequenza a Ronaldo, Benzema e Bale. A fine primo tempo il Ciclon sembra riuscire a portare la parità all’intervallo ma si dimentica della letale abilità aerea nei calci piazzati del Real e viene punito dall’incornata di Sergio Ramos che anticipa tutti e firma il vantaggio. Secondo gol nel Mondiale per club per il difensore spagnolo che ancora una volta sblocca la partita risultando decisivo.
Nella ripresa arriva subito il colpo del KO quando Bale servito da un ottimo Isco spara il suo sinistro alle spalle di Torrico e chiude la partita. La reazione del San Lorenzo è pressoché nulla e la squadra del Paton Bauza pensa più ad evitare la goleada piuttosto che cercare una utopica rimonta.
Cristiano Ronaldo non riesce a trovare il suo primo gol nel Mondiale per club e l’occasione più importante ce l’ha nel finale di testa ma Torrico è bravo a bloccare. Sempre negli ultimi minuti torna vivo il San Lorenzo che si gioca le ultime cartucce con le conclusioni dalla distanza di Kalinski, Buffarini e Mercier trovando sempre la pronta opposizione di un attento Casillas. Ha un buon impatto sulla partita el pipi Romagnoli che con una sua giocata rischia di trovare l’assist più bello di questo Mondiale per club ma il suo passaggio per Kalinski viene intercettato da Coentrao.
Dopo solo 2 minuti di recupero l’arbitro guatemalteco Walter Lopez fischia la fine e decreta il successo del Real Madrid in questo Mondiale per club: successo tanto scontato quanto peritato per i blancos che raggiungono il Milan a quota 4 titoli mondiali tra Coppa Intercontinentale e Mondiale per club. Esce a testa alta il San Lorenzo che poco poteva ottenere da questa gara: al Ciclon è mancato un po’ più di coraggio in situazione di parità ma l’esito della partita era scontato a causa dell’eccessivo divario tecnico tra le due squadre.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy