A tutta tattica – Palermo, che senso ha?

Ieri il Palermo ha meritatamente vinto contro una Roma che sembra aver già dimenticato la strada della vittoria.

Questo risultato mantiene vive le speranze dei rosanero, protagonisti di un amaro campionato che li vede seriamente candidati alla retrocessione in Serie B dopo 10 anni dalla promozione in A.

Fonte: Soccermagazine (C)
Fonte: Soccermagazine (C)

E’ un peccato che il massimo campionato italiano perda una squadra di una città del sud così importante, ma del politiche sportive del vulcanico presidente Zamparini, quest’anno, hanno reso la permanenza in Serie A un’impresa davvero impossibile.

Non si può dimenticare che, con questo proprietario il Palermo è riuscito ad arrivare agli ottavi di Europa League nel 2005/2006. Ma  il continuo cambio di allenatori (e giocatori) alla lunga si rivela estremamente deleterio. Quest’anno si sono succeduti sulla panchina del Palermo Sannino (2 volte),  Gasperini (2 volte) e  Malesani, per non parlare dei direttori sportivi (3 in una stagione). Come può una club di Serie A salvarsi in queste condizioni?

Certamente le responsabilità vanno anche attribuite ai molti giocatori che ci si aspettava “esplodessero”( un nome su tutti: Ilicic). Ma come fa un giocatore a giocare bene se non sa neanche se la domenica successiva giocherà con lo stesso allenatore e la stessa tattica?

Sannino, che per ora è l’allenatore, è passato dal 4-4-2 , coi cui ha fatto benissimo a Siena, ad un inflazionatissimo 3-5-2. Giocare a specchio aiuta e molti club oramai adottano questo schema. Con la Roma la scelta si è rivelata vincente, i giallorossi non sono riusciti a legare difesa e attacco, pagandone fatalmente le conseguenze. Il Palermo ha vinto con merito, mettendoci grinta e abnegazione. In fondo l’organico non è così male, quindi, con un pò di pazienza, la squadra avrebbe potuto trovare la quadratura e guadagnarsi una serena salvezza.

Così non è stato e Zamparini ha la responsabilità di questa annata. Di sicuro il Palermo ha le risorse per tornare presto in Serie A, di ma questa sofferenza, ai tifosi rosanero, ne avrebbero volentieri fatto a meno.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy