Serie A, Sassuolo-Roma 0-2: comandano gli egiziani

Primo turno infrasettimanale del 2016 per la Serie A. La Roma, ospite al Mapei Stadium, entra in campo con il classico 4-3-3: tra i pali Szczesny. Difesa con Maicon, De Rossi, Rudiger e Zukanovic. Centrocampo con Pjanic, Nainggolan e Keita. Attacco con El Shaarawy, Perotti e Salah. All. Spalletti. Risponde il Sassuolo con un 4-3-3 a specchio: Consigli in porta. Difesa con Peluso, Acerbi, Cannavaro e Vrsaljko. Centrocampo composto da Duncan, Magnanelli e Biondini. Reparto offensivo con Berardi, Trotta e Sansone. All. Di Francesco.

Fonte immagine: sassuolocalcio.it
Fonte immagine: sassuolocalcio.it

La gara parte subito a ritmi alti. Meglio il Sassuolo che prova a fare il match, ma la Roma attende e colpisce appena può. Infatti al 10′ Salah porta avanti i suoi: Pjanic serve l’egiziano che, al limite dell’area, si accentra e calcia, come è solito fare, sul secondo palo. La parabola è imparabile per Consigli che può solo tentare il tuffo. 1-0 per gli uomini di Spalletti.

La squadra capitolina prende coraggio e si distende velocemente, cominciano a vedersi le istruzioni del tecnico toscano. Gli ospiti continuano ad attaccare sbagliando proprio nell’ultimo passaggio. Di Francesco non riesce a fermare l’iniziativa degli avversari, nonostante la grande corsa dei suoi giocatori. Alla mezz’ora Maicon si invola sulla fascia. Il terzino, palla al piede, si fa 40 metri di campo e serve Salah. L’egiziano premia la sovrapposizione del brasiliano e chiude il triangolo. Davanti al portiere, l’ex nazionale verdeoro, calcia malamente divorandosi un gol già fatto. Subito dopo Pjanic lancia Salah che sul fondo serve al centro El Shaarawy. L’intervento miracoloso di Cannavaro riesce a sventare la minaccia. Raddoppio veramente vicino.

Al 40′ problema muscolare per De Rossi che non riesce a continuare, al suo posto subentra Gyomber. Difficoltà per Spalletti che non ha a disposizione neanche Manolas poichè squalificato. L’arbitro concede due minuti di recupero e poi manda tutti dentro gli spogliatoi.

Al ritorno in campo si mette subito in luce il Sassuolo: Sansone si libera e tenta la conclusione dai 25 metri, ma la sfera si spegne debolmente tra le braccia dell’estremo difensore giallorosso. Poco dopo, da un errore di Rudiger, prova Berardi sul secondo palo a giro, ma Szczesny concede solo il calcio d’angolo con un bel riflesso. Al 55′ risponde la Roma con Salah. Durante un contropiede, l’egiziano, si invola sulla fascia ed entra in area, reggendo l’intervento di Cannavaro. Davanti a Consigli, l’attaccante, preferisce tirare invece che servire Nainggolan completamente solo all’altezza del dischetto del rigore. L’estremo difensore neroverde blocca senza problemi a terra. Altro gol divarato e raddoppio rimandato nuovamente.

Spalletti prova a cambiare qualcosa, per far soffrire di meno la sua Roma: esce Pjanic ed entra Vainqueur per un palleggio di qualità maggiore. A venti minuti dalla fine entra Falcinelli ed esce il neo acquisto Trotta, primo cambio anche per Di Francesco. Subito dopo Biondini lascia spazio a Pellegrini, cresciuto nel vivaio della Roma. I padroni di casa continuano ad attaccare, ma il fortino capitolino sembra reggere ancora, con enormi difficoltà. Si chiude il valzer dei cambi per gli ospiti: un Maicon stremato lascia il campo a Palmieri.

A dieci dal triplice fischio, El Shaarawy stoppa perfettamente di petto, un cross da calcio d’angolo, e tenta al volo. Consigli vola e toglie la sfera dall’incrocio. Di Francesco alla terza sostituzione: Duncan esce ed entra Politano. Al 40′ Nainggolan interviene male su Sansone e lo atterra in area: rosso per il belga e rigore per il Sassuolo. Berardi dal dischetto spara alto completamente alto. 4 minuti di recupero decretati da Calvarese. In pieno recupero Perotti recupera palla e s’invola verso la porta. Il neo acquisto arriva sul fondo e mette in mezzo per l’accorrente El Shaarawy. L’ex Monaco insacca e gonfia la rete. 2-0 e triplice fischio; Spalletti guadagna tre punti importantissimi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *