Milan: la conferenza stampa pre-Siena di Allegri

Il tecnico rimanda il suo futuro nelle mani della società e chiede ai suoi di continuare a crederci e mettere pressione alla Juve

Massimiliano Allegri è intervenuto prima della partenza del Milan per Siena per la consueta conferenza stampa del giorno prima una sfida che potrebbe essere decisiva per le sorti del campionato.

Fonte: byse91

Sulla gara di domani e sul campionato dice: “Siamo ancora in ballo per il campionato. Mi piace pensare che abbiamo buone possibilità di vincerlo: dipende dalla Juve, ma dobbiamo vincere anche noi. Io difficilmente do dei giudizi su ciò che faccio, dovranno farlo società e media. Il mio pensiero fisso è giocare e vincere queste partite: non sarà semplice. Il Siena ha in organizzazione e velocità il suo punto di forza. Il 13 maggio, come ho detto, tireremo una riga e valuteremo tutti gli aspetti della stagione anche per non ripetere gli errori di questa stagione. Nel calcio può succedere di tutto: ecco perchè dobbiamo andare a Siena e prendere i tre punti e mettere la Juventus di non essere serena. Abbiamo lasciato punti importanti con Fiorentina e Bologna in casa e loro ci hanno superato. Quando dicevo che ci volevano 86 punti dicevo la verità. Loro non hanno mai perso, è necessario che rallentino se vogliamo vincere il campionato.”
Il tecnico toscano ha poi parlato dei singoli: “Thiago Silva sta bene, ma lui non si sente ancora sicuro: ho preferito lasciarlo a casa piuttosto che rischiare un altro infortunio. Boateng 99 su 100 è titolare. Dovrò valutare anche se far partire El Shaarawy o Cassano. Emanuelson ha rimediato una botta ieri. Seedorf ha preso una botta. Robinho non è al massimo.
Chiusura infine sul suo futuro e sull’addio di Guardiola al Barcellona: “Io decido i giocatori, non gli allenatori. Guardiola avrà valutato ciò che era meglio fare: se l’ha fatto vuol dire che per lui era la migliore. Ma non è una cosa che mi riguarda.