Super Pelizzoli non basta, la Juve supera 2 a 1 il Pescara

Grande gara del portiere degli abruzzesi che nel primo tempo para tutto il possibile e anche l’impossibile, nella ripresa continua l’assedio bianconero, ma è Vucinic con un rigore e un tiro a giro a fissare la gara sul 2 a 0, accorcia con un gran tiro Cascione per il definitivo 2 a 1.

fonte immagine: Danilo Rossetti
fonte immagine: Danilo Rossetti

Antonio Conte l’aveva detto, quella con il Pescara non è una gara scontata, ed infatti è andata proprio così, con i bianconeri alla ricerca del vantaggio già dai minuti iniziali e un super Pelizzoli ad opporsi a tutte le occasioni dei campioni d’Italia: prima Giaccherini, poi Giovinco, Vidal e ancora Giaccherini, con l’estremo difensore pescarese bravo a farsi trovare pronto. Non che la squadra di Bucchi abbia fatto più di tanto per impensierire Storari, in porta per l’influenzato Buffon, ma grazie alla giornata di grazia del proprio portiere e ad un pizzico di fortuna è riuscita a mantenersi in gara fino alla fine. Pronti via i bianconeri cercano subito il vantaggio con una bella volèè di Giaccherini, con Pelizzoli reattivo a respingere, poco dopo è invece Giovinco che dopo un dribbling riesce superare la difesa avversaria ma il suo tiro d’esterno destro termina addosso all’ex portiere della Roma. Proprio Giovinco, alla mezz’ora, è costretto a lasciare il campo dopo un brutto scontro con un avversario al momento del tiro, al suo posto entra Quagliarella. Nel frattempo, con Lichtsteiner in gran giornata con continui tagli sulla destra ed un Asamoah di nuovo positivo, i bianconeri sfiorano nuovamente il gol con Vidal, ma manco a dirlo c’è Pelizzoli, anche il neo entrato Quagliarella deve fare i conti col portiere bianazzurro, bravo e fortunato a deviare sul palo il tiro dell’attaccante bianconero. Insomma, dopo un primo tempo dominato i bianconeri si ritrovano all’intervallo sullo 0 a 0. Le cose nella ripresa non cambiano, Vucinic sciupa un buon cross proveniente dalla sinistra, poco dopo Quagliarella costringe alla deviazione in angolo il solito Pelizzoli, ma la gara assume sempre più dei contorni sinistri, con il pallone che non ne vuole sapere di entrare e Ivan Pelizzoli in versione superman. Capita l’antifona Bucchi ridisegni i suoi inserendo Bjarnason per un impalpabile Quintero, poco dopo Cascione rileva Caprari. La gara prosegue senza grossi sussulti, seguendo il solito copione, sino alla mezz’ora del secondo tempo, quando Rizzo trattiene in area, sugli sviluppi di un calcio di punizione, Vidal lanciato a rete: rigore ed espulsione. Sul dischetto si presenta Mirko Vucinic che firma l’1 a 0 sbloccando finalmente la gara, ma lo show del montenegrino non finisce qui, 5′ dopo infatti su un pallone servito da Asamoah si libera di un difensore e supera per la seconda volta Pelizzoli con un tiro a giro. 2 a 0 e gara in cassaforte, sembrerebbe, tant’è che proprio Vucinic lascia il posto a Matri e Bonucci dà spazio ad Isla, ma a 7′ dal termine Cascione si inventa un gol dal nulla con un sinistro potentissimo che termina sotto la traversa, riaprendo la gara al primo tiro in porta degli abruzzesi. Il Pescara, spinto dall’entusiasmo, prova ad impensierire Storari con un altro sinistro da fuori, questa volta di Sculli, ma il portiere bianconero blocca sicuro. Termina così 2 a 1, con una Juve straripante nel primo tempo ma imprecisa e sfortunata, nella ripresa, nonostante qualche brivido finale, un grande Vucinic legittima il successo bianconero portando i suoi a quota 71 in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy