Torino-Lazio 0-2: Felipe Anderson sbanca l’Olimpico

Torino e Lazio si affrontano nel posticipo del lunedì all’Olimpico (quello piemontese): le due squadre arrivano con stati d’animo diversi, i granata vogliono riscattare la sconfitta subita ad Udine ma dopo la trasferta in Russia contro lo Zenit, dosano le forze in vista del ritorno contro i russi di giovedì; la Lazio invece è in una buonissima fase positiva e vuole continuare a correre per sognare in grande.

Lo Stadio Olimpico di Torino. Fonte: mitsurinho - wikipedia.org
Lo Stadio Olimpico di Torino. Fonte: mitsurinho – wikipedia.org

La gara inizia molto lenta: il Torino si difende molto passo, concedendo poco o nulla alla Lazio, che controlla il gioco. In contropiede i padroni di casa sfruttano le spizzate di Amauri per Gason Silva e Perez per bucare la difesa ospite.

L’occasione migliore capita sulla testa di Amauri dopo un cross dalla sinistra, dove Basta non riesce a contenere gli attacchi avversari: Marchetti è bravo a respingere la sua conclusione, e quindi Martinez sfiora il palo sulla ribattuta con la testa.

La Lazio si fa pericolosa con Parolo, su una imbucata di Radu, ma non sfrutta a dovere la mole di gioco costruita, sembrando un po bloccata soprattutto sulle fasce, dove Mauri non trova mai spazio e Felipe Anderson sembra un po imballato.

Si va a riposo sul risultato di 0-0: gara senza grandi emozioni e piuttosto lenta nel primo tempo con grandi errori da una parte e dall’altra.

Nella ripresa cambiano le carte in tavola: il Torino fa la partita e la Lazio si difende partendo in contropiede. Prima Keità (entrato al posto di uno spento Mauri) e poi Anderson mettono paura a Padelli, fini alla palla persa sulla mediana dai granata che fa partire la ripartenza biancoceleste. Radu ruba palla, la passa a Parolo che imbecca Anderson: il brasiliano si inventa prima un dribbling secco su Basha, quindi entra centralmente e scarica di sinistro in rete freddando l’estremo difensore avversario.

La Lazio la chiude pochi minuti dopo, su una dormita ulteriore della mediana del Toro: ripartenza micidiale con Klose che serve Felipe Anderson che non sbaglia e sigla la doppietta personale, 0-2 e gara in ghiaccio.

Nel finale il Toro prova a riaprirla ma la Lazio difende bene e porta a casa la vittoria. Quinta vittoria consecutiva per gli uomini di Pioli che volano e staccano il Napoli andando ad occupare il terzo posto in solitaria. Male il Torino che non riesce a sfondare complice un turnover forse troppo abbondante da parte di Ventura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy