Verona-Fiorentina 3-5: spettacolo al Bentegodi, viola corsari

Bella affermazione della Fiorentina, che espugna uno dei campi più ostici della Serie A e porta a casa tre punti fondamentali per conservare il quarto posto in classifica. Il Verona ha comunque disputato una buona partita, credendo al pareggio anche quando è rimasto in inferiorità numerica. Ma la maggiore classe viola è emersa e per gli uomini di Mandorlini non c’è stato nulla da fare. Tra i migliori in campo sicuramente Aquilani per i viola, autore di una doppietta e di giocate di gran classe. Nel Verona Marquinho vince il ballottaggio con Juanito Gomez ed affianca Iturbe e Toni nel tridente offensivo; nella Fiorentina Matos vince il ballottaggio con Matri, mentre a centrocampo ritorna Borja Valero.
PRIMO TEMPO: Partenza lanciata per i viola, che vanno pericolosamente al tiro con Ilicic, ma Rafael fa buona guardia. Al 6′ Toni serve con i tempi giusti Iturbe, ma il tiro dell’argentino è facile preda di Neto. Ci prova dalla distanza la Fiorentina con Aquilani, ma Rafael si distende e devia. Al 13′ Verona in vantaggio: Iturbe calcia in porta, Neto non trattiene e rende possibile il tap-in di testa di Sala. Gli ospiti provano a pareggiare il conto con Borja Valero, ma il tiro dello spagnolo termina di poco alto. La soluzione del tiro dalla distanza viene percorsa anche da Pizarro, ma anche stavolta il tiro è largo. Grossa palla gol per i viola al 27: Borja Valero sfugge sulla fascia e crossa al centro, ma il colpo di testa di Cuadrado esce di pochissimo. Dai e dai ed i viola pareggiano: al 30′ Borja Valero inventa un passaggio d’autore, premiando l’inserimento di Cuadrado che scarica nella rete un tiro imparabile per Rafael. Il portiere scaligero si riscatta subito respingendo un destro insidiosissimo di Borja Valero. Al 34′ viola ancora vicini al raddoppio con Ilicic, il cui destro termina sul fondo. Poco prima dell’intervallo i viola passano in vantaggio: Pasqual mette in mezzo un pallone rasoterra, Cuadrado non ci arriva ma irrompe Aquilani che a porta sguarnita deposita la palla in rete.
SECONDO TEMPO: Al 15′ tris dei viola: lancio di Pizarro per Aquilani che colpisce di testa, costringendo Rafael a respingere sui piedi di Borja Valero, che deposita la palla in rete.
Nel frattempo Montella inserisce Vargas e Matri per Ilicic e Matos. Al 23′ episodio chiave: Matri lancia Cuadrado che viene steso da Donadel. Per l’ex viola inevitabile il rosso diretto. Ma il Verona non demorde e tre minuti dopo raggiunge il 2-3 con un generoso rigore concesso da Peruzzo per un presunto fallo di Pizarro su Iturbe. Toni dal dischetto spiazza Neto. La partita diventa bellissima e i viola sfiorano il poker con un tiro di Aquilani, fuori di nulla. Al 37′ i viola segnano il quarto gol: Matri si procura e trasforma un calcio di rigore concesso per un fallo di mano di Maietta. I viola non si accontentano e siglano anche il quinto gol con Aquilani, che ribadisce in rete dopo la parata di Rafael su tiro di Cuadrado. Nel finale il Verona segna un ulteriore rete con una fenomenale azione di Iturbe, che fulmina Neto con un gran sinistro. Finisce così un gran match tra due squadre che fanno del gioco la loro prerogativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy