Serie B, Carpi-Avellino 2-0: è sempre più fuga solitaria

Allo stadio “Cabassi” di Carpi, in una serata fredda ed umida, si è giocata Carpi-Avellino, turno infrasettimanale del Campionato di Serie B.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

Il Carpi, con una vittoria e una buona prestazione, contro un Avellino a due marce ma buono (nel complesso), consolida il vantaggio sulla seconda in classifica. Sogni di Serie A, concreti, per gli emiliani.

TABELLINO

CARPI (4-2-3-1): Gabriel, Letizia, Poli, Romagnoli, Struna, Bianco, Porcari, Lollo, Pasciuti, Di Gaudio, Inglese.  Allenatore F. Castori

AVELLINO (5-3-2): Gomis, Fabbro, D’Angelo, Regoli, Chiosa, Bittante, Schiavon, Arini, Pisacane, Comi, Castaldo. Allenatore M. Rastelli

Arbitro Sig. Gavillucci

CRONACA

PRIMO TEMPO

Al 4′ Lollo, di fronte al portiere, tira debolmente nelle mani dello stesso Gomis.  Al 5′ tiro da fuori area di Bianco: alto.  All’ 8′ min bel lancio di Porcari per Inglese che, però non ci arriva.  Al 9′ min Angolo di Schiavon, colpo di testa a girare, di Comi e palla di poco fuori.  All’11’ Pasciuti mette in mezzo da destra, Di Gaudio colpisce di testa ma la palla sorvola la traversa.  Al 17′ Lollo ruba palla sulla trequarti irpina, arriva in area, mette in mezzo, ma Bianco spreca malamente.  Al 20′ Lollo tira da 20 metri: meta…  Al 22′ Regoli tira da fuori, al volo, su rilancio dopo corner, ma Gabriel si supera veramente e devia in angolo.  Al 25′ Castaldo, servito ottimamente da Schiavon, manda di poco al lato.  Al 29′ mischia in area irpina, su cross di Bianco,  ma né Di Gaudio, né Inglese riescono a colpire verso la porta.  Al 30′ su cross da destra verso sinistra di Pasciuti, Di Gaudio controlla bene la palla e poi rovescia ma per un soffio la sfera esce.  Al 36′ cross da sinistra di Porcari per la testa di Poli e palo interno della porta avellinese; la palla attraversa tutto lo specchio della porta e va a battere contro l’altro palo, quindi Fabbro la mette in angolo.  Al 42′ Bianco va al cross, la difesa irpina va a vuoto, e Lollo, solo al limite dell’area piccola, devia di testa la palla che va a terminare nell’angolino alla sinistra, in basso, della porta di Gomis. GOL: 1-0 CARPI.  Al 43′ ammonito Di Gaudio.

SECONDO TEMPO

L’Avellino sostituisce il numero 8 D’Angelo con il numero 3 Zito.  Al 1′ contatto in area del Carpi, fra Poli e Comi, sospetto rigore, ma l’arbitro lascia correre.  Al 3′ Ammonito Regoli.  Al 7′ Castaldo tira dal limite, ma Gabriel para.  All’ 8 min Porcari, al volo, su rimpallo, tira da 25 metri, ma para Gomis.  All’11’ min, angolo di Pasciuti, testa di Bianco: palo.  Al 12′ Regoli da destra, in area, tira sicuro ma Gabriel è attento.  Al 13′ min Bittante si accentra da sinistra e tira in porta, Gabriel devia in angolo con la punta delle dita.  Al 15′ Ammonito Porcari.  Al 22′ tiro di Comi, dal limite sinistro, Gabriel va in difficoltà clamorosamente ma ce la fa a toccare la palla quando pareva una parata semplice.  Al 23′ l’Avellino cambia Comi con Mokulu.  Al 25′ Inglese fa il campo in contropiede, da solo, e poi dopo alcuni dribbling in area, tira: para Gomis.  Al 26′ il Carpi sostituisce Pasciuti con Molina ed Inglese con Lasagna.  Sempre al 26′ Regoli prende palla al limite dell’area, a destra, e si libera di tre avversari ma poi calcia debolmente.  Al 33′ Avellino manda in campo Trotta al posto di Fabbro.  Al 33′ tiro, su punizione, dal limite di Zito: Gabriel respinge in angolo di pugno.  Al 38′ nel Carpi esce Bianco ed entra Sabbione.  Al 44′ Lasagna, solo in corsa in contropiede, tira ma colpisce il palo a portiere battuto.  Al 45′ ammonito Chiosa.  Al 49′ Lasagna parte lanciato in contropiede e, da solo, calcia il pallone in fondo alla rete: GOL, 2-0 CARPI.  Finisce la partita.

IL MIGLIORE, PORCARI (Carpi): sempre presente su ogni azione, sia difensiva sia di spinta.

IL PEGGIORE, ARINI (Avellino): praticamente l’uomo in meno per l’Avellino. Si nasconde quando parte il gioco, è incerto quando dovrebbe rilanciare.

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

IL MIGLIORE EX AEQUO, I TIFOSI DELL’AVELLINO: accorsi in quasi quattrocento al Cabassi, hanno cantato tutta la partita con un tifo da Serie A. Tanto di cappello.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy