Alta tensione al Matusa: finisce 2-2 tra Frosinone e Genoa – Cronaca e pagelle

Sfida salvezza quella tra Frosinone e Genoa, che si affrontano in questa domenica pomeriggio di questa dodicesima giornata di Serie A. Al Matusa i padroni di casa scendono in campo con il classico 4-4-2 e la coppia Dionisi-Ciofani in avanti; i grifoni rimangono fedeli al 3-4-3 con l’emergenza difesa posizionando Ansaldi dietro, con Laxalt e Figueiras sugli esterni.

Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.
Fonte immagine: Syd00 grazie Roberto P.

Parte fortissimo il Genoa, che nei primi minuti preme il piede sull’acceleratore e fa sentire il suo peso in avanti, trovando anche la rete del vantaggio al 7′. L’azione di spinta di Lazovic sulla destra viene conclusa dalla deviazione vincente di Pavoletti di prima intenzione che sigla la quarta rete in stagione. A termine dell’azione Chibsah si accascia a terra accusando un problema al ginocchio e al suo posto viene subito inserito Gori. Al 13′ il primo cartellino giallo dell’incontro viene mostrato a Tino Costa per un intervento sul neo entrato Gori, non troppo duro ma abbastanza per sanzionarlo. I ciociari cominciano a prendere terreno, provando al 15′ con Ciofani a colpire ma senza fortuna. Passa un minuto ed ancora l’attaccante dei canarini ci prova da due passi a botta sicura, ma Perin compie il miracolo e mette la palla in angolo. La gara vive momenti di equilibrio fino al 26′ con Blanchard che da calcio d’angolo stacca bene ma non trova la porta. Passano due minuti e anche Gori ci prova, stavolta dalla distanza, con un collo pieno finito a pochi passi dal palo. La situazione precipita per il Genoa: al 30′ arriva l’ammonizione per De Maio ed un minuto dopo Blanchard trova il pareggio con una spettacolare rovesciata da terra sugli sviluppi di calcio d’angolo. Salgono i giri del Frosinone che prende sempre più campo fino a trovare al 36′ il giusto spunto. De Maio atterra Dionisi al limite dell’area prendendo la seconda ammonizione e la conseguente espulsione e dallo sviluppo del calcio di punizione battuto da Blanchard la barriera devia il pallone e Diakitè trafigge Perin per il 2-1. Gli ultimi minuti più i due di recupero sono un botta e risposta tra le due formazioni, con i rossoblu più in difficoltà a causa dell’uomo in meno.
Frosinone meritatamente in vantaggio che, dopo i primi minuti di sofferenza, è sulla retta via della vittoria. Per il Genoa la gara si incrina dopo un buon inizio e con l’uomo in meno dovrà faticare più del solito per recuperare il risultato.

Gian Piero Gasperini (Fonte: genoacfc.it)
Gian Piero Gasperini (Fonte: genoacfc.it)

I primi dieci minuti del secondo tempo, che non ha visto nessun cambio all’intervallo, vedono le due formazioni scambiarsi schermaglie offensive e anche qualche colpo proibito. Si arriva al 56′ con un tentativo di Tino Costa, che si trova la palla sui piedi e conclude malamente. Ammonizione per Dionisi dopo il suo fuorigioco: era diffidato e salterà la gara contro l’Inter dopo la sosta per le Nazionali. Al 61′ ci prova Paganini con un destro incrociato, ma la palla finisce sul fondo. Prima sostituzione per il Genoa: viene richiamato Tino Costa in panchina e al suo posto viene inserito Gakpe. Anche con l’uomo in meno, il Genoa si sbilancia in avanti esponendosi al contropiede del Frosinone, che al 66′ conclude da fuori area con Gori: tiro agilmente parato da Perin. Passa un minuto ed arriva il giallo per Blanchard, che interviene duramente su Perotti all’altezza del limite dell’area. La punizione tremenda di Lazovic si scaglia sulla traversa e rientra in campo. Ancora grifoni al 70′ con Perotti che si insinua in area e per poco manca il tocco decisivo per il pari. Tra questa occasione e quella poco dopo con Laxalt che di poco manca la deviazione di testa c’è il rosso a Gasperini, mostratogli per proteste. Tutto questo è il preludio alla rete del pareggio genoano: ennesima sgroppata di Lazovic sulla destra, palla tagliata in mezzo sulla quale Gakpe da due passi non può far altro che metterla in rete per il 2-2. Ancora in avanti il Genoa che non molla il colpo grazie ad un Lazovic ispirato, ma il suo destro al 77′ finisce di poco alto. Cambio di tattica per il grifone: Lazovic viene sostituito con Tachtsidis per un atteggiamento più prudente. Da qui ne approfittano i canarini per riportarsi in avanti nel tentativo di far valere l’uomo in più in mezzo al campo. Ultimo cambio Genoa: dentro Izzo, fuori Perotti. Con i rossoblu ancora più sulla difensiva i padroni di casa provano sempre più a sfondare, costringendo anche Burdisso a prendersi un’ammonizione per aver fermato Dionisi irregolarmente. Negli ultimi minuti Stellone tenta il tutto per tutto: Longo e Tonev entrano nella mischia al posto di Gucher e Paganini. Nei quattro minuti di recupero c’è da segnalare solo un tentativo sfiorato da Ciofani, ma ormai la battaglia è finita e le due fazioni depongono le armi.

Un 2-2 da analizzare sotto diversi punti di vista. Prima dei 90 minuti sarebbe stato stretto al Genoa, che invece riesce a capitalizzare un buon pareggio con un uomo in meno per più di un tempo. Scatenato Lazovic, vero terrore della fascia destra. Il Frosinone porta a casa un punto che, per come si è messo l’incontro, potevano benissimo essere tre. I canarini generosi nel primo tempo, mentre lasciano troppi spazi nella ripresa ad un avversario in inferiorità numerica.

IL TABELLINO
FROSINONE 2-2 GENOA
Frosinone (4-4-2): Leali 5.5; Rosi 6, Diakite 6.5, Blanchard 7, Crivello 5; Paganini 6 (dal 90′ Tonev s.v.), Chibsah s.v. (dal 11′ Gori 6), Gucher 6.5 (dal 89′ Longo s.v.), Soddimo 6; Ciofani D. 5.5, Dionisi 6. A disp.: Russo, Gomis, Sammarco, Verde, Bertoncini, Ciofani M., Carlini, Zappino. All.: Roberto Stellone.
Genoa (3-4-3): Perin 5.5; De Maio 5, Burdisso 6.5, Ansaldi 5.5; Figueiras 6, Rincon 5.5, Costa 5.5 (dal 61′ Gakpe 6.5), Laxalt 6.5; Lazovic 7 (dal 79′ Tachtsidis 6), Pavoletti 5.5, Perotti 6 (dal 84′ Izzo s.v.). A disp.: Ghiglione, Capel, Ierardi, Lamanna, Ntcham, Ujkani, Cissokho. All.: Gian Piero Gasperini.
Marcatori: 6′ Pavoletti (G); 31′ Blanchard, 38′ Diakite (F); 75′ Gakpe (G).
Ammonizioni: Dionisi, Blanchard (F); Costa, De Maio, Burdisso (G).
Espulsioni: De Maio (G); Gasperini (All. G).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *