De Bruyne regala la semifinale al Manchester City: regolato per 1-0 il PSG

Quarti di finale di Champions League, le gare di ritorno offrono molti spunti di interesse. Molti ne ha la sfida tra Manchester City e Paris Saint Germain, già rinominato derby del Golfo per le due famiglie di sceicchi che detengono le squadre. I Citizens scendono in campo con un 4-2-3-1, con il terzetto Navas-De Bruyne-Silva a supporto di Aguero; per i parigini c’è il rodato 4-3-3 con Cavani e Di Maria ad affiancare Ibrahimovic.

Sergio Aguero. Fonte: @markreynolds007 - twitter.com
Sergio Aguero. Fonte: @markreynolds007 – twitter.com

Le prime fasi di gioco evidenziano come il Manchester City abbia scelto una tattica attendista, lasciando giocare il PSG e puntando su pressing e ripartenze. Ma la classe dei francesi è immensa e già al 7′ Cavani viene lanciato a tu per tu con Hart, con il portiere che anticipa in uscita. Una seconda fiammata viene dal piede di Ibrahimovic: punizione violenta al 16′ che il portiere inglese mette in angolo. Il City batte un colpo al 22′ con l’inserimento di Aguero servito da De Bruyne, ma il diagonale dell’argentino finisce fuori di poco. Neanche un minuto e l’ex Atletico Madrid prova la botta dai 25 metri, con la palla che gira ed esce di un soffio. Altro guizzo in ripartenza per gli Sky Blues, ma stavolta per fermare Aguero serve l’intervento in scivolata di Trapp: scivolata in ritardo, giallo per lui e rigore per i padroni di casa. Sul dischetto va lo stesso argentino con un tiro basso che esce di pochissimo sul palo alla sua destra. Dopo il mancato vantaggio gli equilibri si ribaltano e il pallino dell’incontro passa nelle mani del Manchester City. Bisogna però aspettare il 39′ per rivedere un tiro in porta: lo effettua Jesus Navas, che dai venti metri si fa passare il pallone sul destro e con una conclusione a giro manda la palla di poco a lato. Al 42′ Thiago Motta si ferma per un infortunio muscolare ed il suo rientro in campo non funziona. L’italo brasiliano viene richiamato in panchina, al suo posto entra Lucas. Nell’ultimo dei tre minuti di recupero brivido per il Paris Saint Germain: filtrante di De Bruyne a Silva che nel mettere la palla in mezzo per Aguero viene rimpallata dalla difesa parigina e per poco non finisce in rete.
La prima frazione di gara termina così, con metà tempo a testa tra le due squadre che lottano agguerrite per un posto in semifinale ed il City maggiormente favorito grazie al 2-2 dell’andata.

Sergio Aguero e Kevin De Bruyne - Fonte: joshjdss (Wikipedia)
Sergio Aguero e Kevin De Bruyne – Fonte: joshjdss (Wikipedia)

Passano pochi minuti nel secondo tempo che Ibrahimovic si fa già sentire con una punizione dai 20 metri. Basso e potente la sua battuta, messa in angolo da Hart. E’ il PSG a farsi sentire di più in avanti e riesce a mettere anche la palla in rete con Lucas da due passi, ma l’assist di Maxwell arriva con il terzino brasiliano in fuorigioco. Blanc vuole alimentare le trame offensive ed opta per la seconda sostituzione: Aurier viene richiamato in panchina, al suo posto scende in campo Pastore. Le squadre si allungano e lasciano più manovra offensiva alle avversarie, con la sfida che diventa più divertente, ma anche fallosa con il cartellino giallo mostrato a Pastore e Van der Wiel. Nonostante sia il PSG ad insistere maggiormente, ad andare in vantaggio è il City: manovra lunga al 75′ dei padroni di casa che si trovano in possesso con Fernando al limite dell’area, il brasiliano scarica su De Bruyne che si aggiusta il pallone e fa partire un tiro a giro che si insacca in rete. Poco più di un minuto ed Aguero prova a chiudere la partita con un tiro dai 20 metri, finito fuori misura dopo che scivola con il piede d’appoggio. La risposta dei parigini arriva al 79′ con Cavani servito in profondità e solo l’uscita di Hart gli impedisce di concludere in porta. Il City vuole bloccare gli avversari e lo fa con una sostituzione: fuori il trequartista De Bruyne, dentro il mediano Yaya Toure. Rete annullata al 85′ ad Ibrahimovic, che riceve il cross dalla sinistra e segna in evidente posizione di fuorigioco. Altra mossa di Pellegrini per intasare il centrocampo: David Silva viene richiamato in panchina ed al suo posto entra Delph. Per smorzare il pressing asfissiante del PSG, il City cerca di allontanare il pallone dalla propria metà campo, anche con un tiro di Toure nel secondo dei tre minuti di recupero. Anche l’ingresso di Iheanacho al posto di Aguero serve per guadagnare qualche secondo, cosa che riesce perchè dalla sostituzione al triplice fischio finale passa solo una manciata di secondi.

Vittoria di misura del Manchester City che basta a superare il PSG e rispecchia quanto mostrato in campo. I padroni di casa hanno saputo gestire bene un Paris Saint Germain esuberante che sotto porta non ha mai concretizzato. Grande felicità tra i Citizens, che per la prima volta arrivano in semifinale di Champions League.

IL TABELLINO
Manchester City 1-0 Paris Saint Germain
Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Otamendi, Mangala, Clichy; Fernando, Fernandinho; Navas, De Bruyne (dal 83′ Toure), Silva (dal 87′ Delph); Aguero (dal 92′ Iheanacho). A disp.: Caballero, Zabaleta, Kolarov, Bony. All.: Manuel Pellegrini.
Paris Saint Germain (4-3-3): Trapp; Van der Wiel, Thiago Silva, Marquinhos, Maxwell; Aurier (dal 60′ Pastore), Rabiot, Motta (dal 44′ Lucas); Di Maria, Ibrahimovic, Cavani. A disp.: Kimpembe, Ongenda, Sirigu, Stambouli, Kurzawa. All.: Laurent Blanc.
Marcatori: 75′ De Bruyne (M)
Ammonizioni: Trapp, Pastore, Van der Wiel (P)
Espulsioni: –

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *