Lazio-Milan 1-3: grande prova della squadra di Mihajlovic, Pioli sconfitto

ROMA – Allo stadio “Olimpico” il primo posticipo dell’undicesima giornata di Serie A è Lazio-Milan. Pioli alle spalle di Klose lancia Anderson-Savic-Candreva; Mihajlovic col tridente Cerci-Bacca-Bonaventura.

Fonte: Alessandra Fanciano
Fonte: Alessandra Fanciano

La prima conclusione arriva dopo dieci minuti: un destro potente dalla distanza di Bonaventura finisce alto di poco. Al 21° Cerci prova il sinistro piazzato, ma Marchetti fa sua la sfera grazie anche ad una deviazione. Al 25° il Milan passa in vantaggio: tiro-cross di Cerci insidioso che Marchetti respinge proprio sui piedi di Bertolacci che a porta libera non può sbagliare. Alla mezz’ora l’autore del gol si strappa dopo un colpo di tacco, e deve essere sostituito da Poli. Al 37° Milan vicino al raddoppio: lancio di Montolivo per Cerci che penetra in area e in diagonale colpisce il palo a Marchetti battuto. La prima conclusione biancoceleste arriva al 42°: slalom di Felipe Anderson e rasoterra che non impensierisce Donnarumma. Finisce il primo tempo con il Milan meritatamente in vantaggio, Lazio inesistente.
Si riparte con Pioli che sostituisce Onazi con Cataldi. Duro scontro in area rossonera al 4°: Alex rimane a terra privo di sensi per qualche secondo, Mihajlovic per precauzione inserisce Mexes. Il francese gonfia subito la rete: punizione di Bonaventura e colpo di testa vincente ad anticipare Marchetti. La prima ammonizione arriva al quarto d’ora: Basta trattiene Bonaventura prima dell’ingresso in area. Al 17° entra Kishna per Candreva. Ammonito Romagnoli al 21°. Un minuto dopo errore di De Sciglio in area, irrompe Lulic che prova il pallonetto su Donnarumma, che però non si fa beffare. Ultimo cambio Lazio: Matri per Milinkovic-Savic. Si rivedono i biancocelesti alla mezz’ora con un destro dalla distanza di Basta che non trova la porta. Il Milan chiude la gara al 35°: verticalizzazione di Bonaventura per Bacca che si invola, dribbla Marchetti ed insacca. Ultimo cambio: entra Honda per Cerci. Al 39° la Lazio accorcia le distanze: Kishna risolve di sinistro una mischia in area rossonera, sul cross di Cataldi. Ammonito al 42° Bonaventura per una gomitata. Nel secondo dei sei minuti di recupero ammonito Gentiletti che stende Honda al limite: la punizione del giapponese finisce alta. Non accade altro: terza vittoria consecutiva per Mihajlovic e quinto posto, Lazio scavalcata.

IL TABELLINO:
LAZIO (4-2-3-1): Marchetti; Basta, Mauricio, Gentiletti, Lulic; Onazi (46° Cataldi), Biglia; Candreva (62° Kishna), Milinkovic Savic (70° Matri), Anderson; Klose. A disposizione: Berisha, Guerrieri, Braafheid, Radu, Hoedt, Konko, Lulic, Mauri, Morrison, Djordjevic. Allenatore: Pioli.
MILAN (4-3-3): Donnarumma; De Sciglio, Alex (51° Mexes), Romagnoli, Antonelli; Kucka, Montolivo, Bertolacci (34° Poli); Cerci (81° Honda), Bacca, Bonaventura. A disposizione: Abbiati, Diego Lopez, Calabria, Zapata, De Jong, Jose Mauri, Suso, Niang, Luiz Adriano. Allenatore: Mihajlovic.
ARBITRO: Damato.
MARCATORI: Bertolacci al 25°, Mexes al 53°, Bacca all’80°, Kishna all’84°.
AMMONITI: Basta, Romagnoli, Bonaventura, Gentiletti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *