Lazio-Milan 1-3, le pagelle dei rossoneri: Bonaventura super, ottima la difesa

All’Olimpico di Roma bella vittoria del Milan contro la Lazio: nel 1-3 finale a segno Bertolacci, Mexes, Bacca e Kishna. Di seguito le pagelle dei rossoneri:

Bonaventura e Kurtic. Fonte: violachannel.tv
Bonaventura e Kurtic. Fonte: violachannel.tv

Donnarumma 6: sempre attento e concentrato sulle uscite, compie un paio di interventi degni di nota. Sul gol poteva coprire meglio il suo palo.

De Sciglio 6,5: prova finalmente autoritaria quella del numero 2 rossonero, che gestisce bene gli avversari e contribuisce alle azioni offensive.

Alex 6,5: fino a quando rimane in campo da sicurezza a tutto il reparto, senza strafare (dal 51’ Mexes 7: entra tra i fischi dell’Olimpico e alla prima palla toccata mette dentro il 2-0. Poi incita e carica i compagni, non sbagliando niente).

Romagnoli 6,5: cresce di condizione, come tutta la squadra. Sempre sicuro negli interventi, bene nelle uscite palla al piede.

Antonelli 6: il meno appariscente della difesa rossonera, non soffre mai contro Candreva

Kucka 6: un po’ confusionario palla al piede, è però prezioso in fase di recupero palla.

Montolivo 6,5: bene in coppia con Bertolacci, la squadra gira e lui prova a tessere trame ben congegniate.

Bertolacci 7: trentacinque minuti davvero ottimi, con tocchi di qualità e la rete che spacca il match. Mihajlovic si augura che non sia nulla di grave (dal 35’ Poli 6,5: la squadra oggi girava, lui si inserisce bene e offre il giusto dinamismo).

Bonaventura 7,5: il numero 28 rossonero offre una prova strepitosa ricca di corsa, assist (ne confeziona ben 2) e belle giocate. Entra in tutte le azioni pericolose ed è ormai un punto di riferimento in attacco.

Bacca 7: il ruolo di “boa” in attacco non è propriamente il suo ma si sacrifica e apre spazi importanti per Bonaventura e Cerci. Appena la Lazio si sbilancia colpisce senza pietà sullo splendido fendente di ‘Jack’.

Cerci 6,5: ad inizio gara fallisce un paio di occasioni interessanti, poi contribuisce alla prima rete essendo autore del tiro poi ribadito in rete da Bertolacci. Qualche conclusione non precisa ma movimenti sempre intelligenti (dall’81 Honda sv).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *