Ligue 1: PSG-Guingamp 6-0, Ibra e Cavani scatenati

Al Parco dei Principi è PSG-Guingamp. 

Zlatan Ibrahimovic (Fonte: Philippe Agnifili, flickr.com)
Zlatan Ibrahimovic (Fonte: Philippe Agnifili, flickr.com)

PSG (4-3-3): Sirigu; Aurier, Marquinhos, Thiago Silva, Maxwell; Verratti, Cabaye, Matuidi; Pastore, Ibrahimovic, Cavani. All. Blanc

GUINGAMP (4-4-1-1): Jonas Lossl; Jacobsen, Kerbrat, Sorbon, Lemaître; Beauvue, Mathis, Sankharé, Giresse; Marveaux; Mandanne. All. Gourvennec

PRIMO TEMPO: al secondo minuto è già vantaggio del PSG, perfetto cross dalla destra di Aurier, zampata del Matador sotto porta e vantaggio immediato della capolista. Una sola squadra in campo: applausi del pubblico di casa per Verratti. Dopo il primo quarto d’ora, segnali di risveglio del Guingamp: Beauvue ha ribadito di essere in forma, dopo le ultime buone prestazioni, con il primo squillo del suo match. Al 18′ arriva pero’ il raddoppio del PSG, azione avvolgente dei parigini, assist di Verratti per lo svedese e tiro perfetto sotto la traversa di Zlatan con il mancino. Dieci minuti dopo, azione meravigliosa dei padroni di casa, con Matuidi che di tacco libera Pastore: il Flaco tira, ma Lossl copre il primo palo e para mandando la palla su quest’ultimo. Nel finale di primo tempo, Ibra con un’intuizione manda in porta il Flaco: il passaggio è vellutato e precisissimo ma l’ex Palermo viene fermato per un fuorigioco che non c’è.

SECONDO TEMPO: al 52′ conquista palla Cabaye che appoggia per Ibra: passaggio dello svedese con i tempi giusti e il Matador spedisce il pallone sotto la traversa ed è 4-0. I parigini però non si fermano e al 56′ stop di suola di Ibra che pennella il pallone sulla testa di Maxwell: il terzino di testa non può sbagliare ed è 5-0. Poco dopo il PSG chiede un calcio di rigore, ma l’arbitro dice che il tocco di braccio di Sorbon viene considerato involontario. Al 70′ arriva la tripletta del Matador, Verratti batte in fretta una punizione, la difesa ospite è scoperta e Cavani al volo centra la sua tripletta. Ibra tenta in più di un’occasione di trovare il 6-0, prima con una punizione potentissima e dritta all’angolino ma Lossl compie un vero miracolo per sventare la minaccia e subito dopo altre grande parata su un colpo di testa. Nel finale di partita Sorbon stende in area Ibra, inevitabile la decisione dell’arbitro, stavolta è rigore, che viene trasformato perfettamente dallo svedese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy