Milan-Lazio 1-1, le pagelle biancocelesti: finalmente Parolo, Lulic ingenuo!

Un pareggio che rispecchia la stagione fallimentare della Lazio. Un 1-1 firmato Parolo e Bacca che non serve veramente a niente, ma solo a confermare per l’ennesima volta le lacune difensive, e non solo.

Settore ospiti San Siro Milan - Torino. Foto: Marco De Rito
Settore ospiti San Siro Milan – Torino. Foto: Marco De Rito

Queste le pagelle biancocelesti:

Marchetti 7 – Non può nulla sulla conclusione ravvicinata di Bacca, dopo pochi minuti lo salva la traversa. Nella ripresa salva invece il risultato sbarrando la porta a un tiro ravvicinato di Bonaventura.

Patric 6 – Seconda da titolare di fila, sta trovando spazio per gli infortuni che hanno colpito i terzini destri. E’ il migliore della difesa, non che sia così difficile. Riesce a gestire Bonaventura senza particolari affanni provando anche a sganciarsi in fase offensiva.

Bisevac 5 – Se in Europa League non marcava l’avversario, questa sera sta attaccato a Luiz Adriano in occasione del pareggio, magari la prossima partita interverrà anche. È lento come un bradipo e il Milan riesce a non approfittarne.

Hoedt 5 – Nuova partita, solita prestazione. Si dimentica che è un difensore e Bacca gli sfila davanti per il pareggio rossonero. Rispetto al solito ha una reazione d’orgoglio che non evitano certi errori ingenui ma almeno si fa notare per qualche azione nel secondo tempo.

Braafheid 5,5 – Soffre l’esperienza di Honda e la velocità di Abate. Prova in qualche modo a sventare le offensive rossonere anche grazie al sostegno alternato di Lulic e Felipe Anderson.

Parolo 6 – In questo finale di stagione ha ripreso a segnare con continuità. Rispetto a giovedì sembra esserci con la testa. E sempre con la testa sblocca il match sugli sviluppi di un corner: incornata perfetta e 0-1 dell’illusione. Si inserisce per tutta la partita, contrasta fino alla fine. Uno dei migliori.

Biglia 6 – Mettere ordine ad una squadra come la Lazio è compito impossibile anche per un vice campione del mondo. Nella ripresa si piazza davanti la difesa obbligando il Milan a cercare giocate solo sulle fasce.

Lulic 5 – Tagliavento non vedeva l’ora di punire qualcuno ma il bosniaco è ingenuo commettendo due falli sciocchi. Per il resto una gara fatta di agonismo. Salterà il derby.

Candreva 6 – Quarantacinque minuti in cui costringe gli avversari a rincorrerlo, sbaglia solo al momento del cross. Nella ripresa invece tornano i limiti che hanno contraddistinto questa stagione con decisioni sbagliate nei momenti sbagliati.

Dall’87 Mauricio SV

Matri 5,5 – Prova generosa, si destreggia fra Zapata e Romagnoli cercando di giocare per i compagni. Arrivano tanti palloni in area di rigore ma il numero diciassette non è mai al posto giusto.

Dall’80’ Djordjevic SV

Felipe Anderson 6 – Si accende a sprazzi, quando lo fa sembra essere imprendibile, peccato però che sbaglia sempre la direzione dove puntare il difensore. Nella ripresa ha sui suoi piedi la grande occasione ma Donnarumma riesce a deviare.

All. Pioli 6 – Si giocava il suo futuro sulla panchina e arriva un pareggio che forse lo salva. Forse poteva intervenire nella ripresa quando la Lazio si è abbassata troppo per sfruttare qualche ripartenza con maggiore lucidità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *