Milan, Mihajlovic contento della gara con la Juventus: “Abbiamo giocato alla pari”

Una sconfitta che brucia per il Milan, quella di ieri sera arrivata contro la Juventus: i rossoneri lasciano San Siro con una buona gara ed un vantaggio vanificato dalla rimonta bianconera.

Sinisa Mihajlovic - Fonte ACF Fiorentina
Sinisa Mihajlovic – Fonte ACF Fiorentina

Nonostante il risultato, per i rossoneri è stato un incontro da prendere ad esempio per le prossime gare e che Sinisa Mihajlovic ha commentato ai microfoni di Milan Channel. Il tecnico milanista parte dall’atteggiamento dei suoi uomini: “Primo tempo aggressivo? Abbiamo preparata la gara in questa maniera qua. Difficile commentare una partita che non meritavi di perdere. Non abbiamo mai avuto fortuna, abbiamo anche i nostri difetti ma questo è mancato. Sono soddisfatto, ci giocavamo la faccia e l’abbiamo tenuta alta: abbiamo giocato alla pari contro la Juventus. Ci dà fiducia per le prossime partite e per la finale di Coppa Italia. Buffon – spiega l’allenatore del Milan – ha fatto tre grandi parate e abbiamo preso due gol da polli. Per 75 minuti con i titolari in campo siamo stati superiori alla Juventus, poi abbiamo avuto un problema fisico con giocatori che rientravano da infortuni. Loro sono superiori a noi come cambi. Poi hanno avuto più fortuna di noi e ciò ha permesso che loro vincessero“.
C’è tempo anche per commentare l’ingresso di Boateng nei minuti finali dell’incontro: “Ho cercato di mettere tutto il potenziale offensivo per cercare di recuperare. Purtroppo anche lui arriva da un lungo periodo in cui non gioca. Devo fargli i complimenti perché si impegna sempre e ha personalità. Mi dispiace perché ovviamente vorrebbe giocare di più, però se continua ad allenarsi così ci sarà l’occasione anche per lui“.

Lasciato il risultato alle spalle, Mihajlovic sa che ora non è il momento di staccare la spina: al termine delle partite di campionato c’è un’importantissima finale di Coppa Italia contro la Juventus. “Non possiamo permettercelo. Abbiamo visto la Juventus, che vince 5 Scudetti di fila. Se stacca la spina, come contro l’Inter in Coppa Italia, rischia di uscire. Sono curioso di vedere la partita contro la Sampdoria di domenica prossima. Se penso alle ultime partite non mi fa stare sereno, perché se giochiamo così possiamo fare bene con tutti. L’ho detto ai giocatori, gli ho chiesto perché non giochiamo così anche con squadre più deboli sulla carta“.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *