Porto, Casillas spiega: “Ho dato la mano a Mourinho”

Il suo passaggio in estate dal Real Madrid al Porto ha fatto molto discutere, considerando quanto fatto, ma soprattutto quanto vinto in carriera con la famosissima “camiseta blanca” delle Merengues, club nel quale è cresciuto fin dalle selezioni giovanili.

Iker Casillas - Fonte: Дмитрий Неймырок (Wikipedia)
Iker Casillas – Fonte: Дмитрий Неймырок (Wikipedia)

Stiamo parlando di Iker Casillas, portiere di livello internazionale, capace di vincere tutto in carriera con le maglie proprio del Real Madrid e della Spagna. Nella scorsa sessione di mercato il suo passaggio al Porto dopo una vita in merengue, con il destino che nella serata di ieri in Champions League lo ha rimesso contro quel José Mourinho, attuale manager del Chelsea e tecnico del Real Madrid per due stagioni, primo fra tutti a mettere in discussione la leadership dentro e fuori dal campo del portiere spagnolo all’interno del club madrileno, con lo Special One che gli preferiva Diego Lopez (ora al Milan) nel ruolo di titolare. Piccola rivincita per Casillas ieri sera, con il suo Porto che ha sconfitto per 2-1 il Chelsea di Mourinho anche grazie ad un paio di interventi importanti del numero uno spagnolo. Il quale a fine partita ha parlato dell’incontro avvenuto con il suo ex tecnico prima e dopo la sfida: “Sono molto contento per quanto fatto questa sera in campo, ma non perché abbiamo battuto Mourinho. Sono contento perché ha vinto il Porto, ha vinto la mia squadra. Con il mister ci siamo salutati e ci siamo stretti la mano, perché tendere la mano è sempre un gesto da signori”.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *