Premier League, è show Arsenal all’Emirates: United travolto 3-0. Swansea-Tottenham 2-2

Nel match dell’Emirates Stadium la squadra di Wenger domina e supera con un netto 3-0 il Manchester United dopo aver segnato ben tre gol nei primi venti minuti.

Alexis Sanchez. Fonte: Ronnie Macdonald (flickr.com)
Alexis Sanchez. Fonte: Ronnie Macdonald (flickr.com)

Partenza fulmine dei Gunners che oggi danno vita ad una prestazione incredibilmente bella ed efficace, con Alexis Sanchez che dopo essersi sbloccato settimana scorsa, trascina i suoi ad una vittoria importantissima in chiave classifica e morale. Arsenal che passa solamente dopo sei minuti di gioco, quando da un’azione manovrata, Ozil serve in area proprio Sanchez che anticipa la difesa dei Red Devils e di tacco sblocca la partita. Partita che viene scossa poco dopo, esattamente 60 secondi, quando Walcott si invola verso l’area dello United e serve Ozil piazzato in posizione per colpire con un piatto di sinistro che batte De Gea per la seconda volta. Non c’è tempo per rientrare in partita per il Manchester United che sembra totalmente stordito dal forcing Arsenal, con l’italiano Darmian tra i più in difficoltà. Il 3-0 arriva al minuto 19, quando ancora il cileno Sanchez punta Darmian e con un rimpallo lo salta, prima di mirare sotto l’incrocio dove De Gea non può arrivare. Nel finale occasione per Martial che si divora un gol facile davanti a Cech.

Nella ripresa gli sforzi United sono inutili, con l’Arsenal che conserva il vantaggio. Rooney prova a spaventare Cech dai 20 metri senza riuscirci, prima che Giroud sbagli da ottima posizione davanti a De Gea e che Oxlade-Chamberlain colpisca solo la traversa.

Swansea-Tottenham: 2-2

Pareggio in Galles tra i padroni di casa e la squadra di Pochettino. Vantaggio casalingo al minuto 16 quando Montero crossa in mezzo per Ayew che non sbaglia e batte Lloris. Pareggio a metà primo tempo con Eriksen che pennella una punizione che lascia fermo Fabianski. L’1-1 dura però solo quattro minuti quando Kane calcia malamente verso la sua porta da angolo avversario e regala il vantaggio allo Swansea. Il pari finale arriva al minuto 67′ quando è ancora il gioiello danese del Tottenham che da posizione identica del primo tempo va a segno ancora su punizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *