Sampdoria-Udinese 2-0, la cronaca della gara

Sampdoria-Udinese è la possibilità per i blucerchiati di scavalcare i friulani e conquistare  tre punti fondamentali per archiviare la pratica salvezza. Montella stravolge la squadra e si rivedono in campo Barreto e Muriel, in difesa ancora Diakité.
Al 4′ prima vera occasione per la Samp: Quagliarella che si invola sul

Fonte: Laura Rossetti
Fonte: Laura Rossetti

la destra ma calcia in modo scoordinato.  Niente di fatto per i padroni di casa.
8′ ancora il numero 27 blucerchiato a creare problemi ai friulani: da fuori area Quagliarella prova a sorprendere Karnezis che si salva con una presa alta.
Fasi di gioco confuse tra due squadre che in questo campionato hanno faticato più del previsto e che devono ancora conquistare la salvezza.
24′ ancora e sempre lui: De Silvestri pesca Quagliarella che prova una delle due acrobazie. Bello gesto tecnico ma palla che finisce tra le braccia dell’estremo difensore friulano.
28′ la Sampdoria è solo Quagliarella che non è fortunato e scheggia la traversa con un destro preciso e potente che meriterebbe altra sorte.
Passa un minuto e si vedono gli ospiti che vanno vicini al vantaggio: cross dalla sinistra che raggiunge Zapata lasciato libero e indisturbato in area di rigore. Palla di poco fuori.
32′ ancora il 27 chiede un angolo che non viene concesso dal direttore di gara dopo un’altra bella azione personale.
42′ grande occasione divorata dai padroni di casa con Soriano che dopo una sgroppata sulla destra mette un mezzo dove ci sono Quagliarella e Muriel ma il colombiano non riesce a dare, di testa, il colpo vincente.
45′ Diakité pasticcia in area ma si salva la difesa doriana.
Finisce così, a reti inviolate, la prima parte della gara.
Squadre di nuovo in campo.
Dopo 10 minuti in cui non succede nulla arriva il goal della Sampdoria: al 58′ Muriel si aiuta con la forza su un avversario al limite della regolarità, calcia con forza, deviazione di Armero che beffa Karnezis per l’1-0 a favore della Samp.
Qualche minuto dopo il portiere ospite si supera coprendo lo specchio della porta a Soriano nell’uno contro uno.
Al 68′ episodio dubbio in area di rigore bianconera con Dodò che cade tra due avversari ma Russo dice che si può proseguire.
Fasi di gioco piuttosto frammentarie con due squadre che sembrano stanche e che provano ad imbastire azioni senza mai finalizzare.
Ma all’85’ arriva il raddoppio dei liguri con il nuovo entrato Fernando: bella trama di gioco fatta partire da Cassano che apre per Quagliarella, velo del 27 che lascia intelligentemente Fernando libero di insaccare per il 2-0. Bell’azione e bella la conclusione del brasiliano.
Dopo sei minuti di recupero, il signor Russo di Nola, manda tutti sotto la doccia.  Gara tutt’altro che spettacolare che porta alla Samp tre punti fondamentali per mettersi al sicuro da una zona che era tornata a farsi pericolosa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *