Serie A, Frosinone-Chievo 0-2: Paloschi e Meggiorini sul gong

Il Chievo espugna il Matusa e supera per 2-0 il Frosinone, sempre più in zona retrocessione in una sfida che si decide solo negli istanti finali dopo le reti di Paloschi e Meggiorini. 

Frosinone-Cittadella Fonte: Simone Gamberini
Frosinone-Cittadella
Fonte: Simone Gamberini

Prima frazione di gioco impostata dalla formazione ciociara che cerca il fraseggio e la gestione del possesso palla per riuscire a cogliere di sorpresa un Chievo poco offensivo ma piuttosto compatto nel reparto difensivo.

Il primo squillo di tromba del match lo fa risuonare il Frosinone che si mostra però poco incisivo in fase di finalizzazione: sprecata l’occasione dell’1-0 con la rasoiata centrale di Ciofani che su spunto di Gori, scaglia il pallone addosso a Bizzarri, pronto a salvare il risultato di parità.

Rispondono i clivensi con la volata di Gobbi dalla trequarti che innesca il tiro di Rigoni, poco lucido nel colpire il bersaglio. Dopo un avvio dinamico, cala l’intensità del match in una sfida che si gioca più sul piano fisico che tattico.

Custodiscono il pareggio Frosinone e Chievo con i ciociari in possesso palla che provano ad infrangere l’inerzia della gara sul finire del primo tempo con la potente conclusione di Soddimo dalla distanza che si spegne su corner.

Alberto Paloschi Fonte: chievoverona.it
Alberto Paloschi Fonte: chievoverona.it

Un Frosinone rigenerato si presenta in campo nella ripresa: Chievo sotto assedio nei primi minuti con gli uomini di Stellone che si dispongono bene in campo e si rendono minacciosi prima su palla in attiva, poi con la sassata di Dionisi, intercettato da un ottimo intervento di Bizzarri.

I clivensi non rientrati ancora in partita rischiano di essere travolti dall’ondata ciociara che sfiora clamorosamente il gol sul destro a giro di Paganini, sfortunato nel colpire il legno.

Padroni di casa che iniziano a ragionare e costruire un’azione avvolgente, ispirati dalla fantasia di Dionisi, autore di una buona gara, mentre fa capolino anche il Chievo, vicino al vantaggio sul missile di Radovanovic che colpisce la palla con l’esterno destro sfiorando l’incrocio dei pali.

Ultimi minuti incandescenti al Matusa, che si trasforma in una vera e propria bolgia: Chievo in vantaggio su rigore capitalizzato da Paloschi dopo un fallo di Diakite. L’attaccante spiazza completamente Leali infilando la palla sulla sinistra e firma una rete preziosissima per la squadra.

Non si esauriscono ancora le emozioni e le sorprese del match con gli ospiti che chiudono la gara in 10 per l’espulsione di Pepe ma riescono a siglare un insperato raddoppio con Meggiorini, bravo a rubare il tempo agli avversari ed involarsi in area puntando Leali.

FORMAZIONE FROSINONE (4-4-2): Leali 5; Pavlovic 5.5, Bertoncini 5.5, Diakite 5.5, Rosi 5; Soddimo 5.5, Gori, Sammarco 5.5, Paganini 6; Dionisi 6, Ciofani 5.5.

FORMAZIONE CHIEVO (4-3-1-2): Bizzarri 6; Cacciatore 5.5, Gamberini 6, Dainelli 5.5, Gobbi 6; Rigoni 6, Radovanovic 6, Hetemaj 5.5; Birsa 5.5; Paloschi 6, Inglese 5 (dal 57′ Meggiorini 6)

MARCATORI: Paloschi (89′), Meggiorini (93′)

AMMONITI: Rigoni (16′), Gori (22′), Dionisi (27′), Paloschi (33′), Dainelli (46′), Cacciatore (82′), Diakite (88′), Pepe (92′)

ESPULSI: Pepe (92′)

ARBITRO: Rocchi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *