Serie A, il Chievo non si ferma più: Palermo ko per 3-1

Continua la sorprendente stagione del Chievo Verona di Rolando Maran. La squadra gialloblù, dopo il colpo esterno contro la Samp di due settimane fa, trova l’undicesima vittoria in campionato: la vittima di turno è il Palermo di Walter Novellino che allo stadio Marcantonio Bentegodi perde per 3-1. Una partita senza storie, contro un Palermo che era chiamato a fare punti dopo la sconfitta del Carpi contro il Sassuolo, ma che ha giocato una pessima partita in terra veneta.

Rolando Maran - Fonte: Liotro (Flickr)
Rolando Maran (Fonte: Liotro Flickr.com)

Pronti-via, dopo appena 5 minuti il Chievo è in vantaggio: azione sulla sinistra di Gobbi, cross in area verso Meggiorini che prolunga sul secondo palo dove c’è Cacciatore che, tutto solo, non può sbagliare un facile tap-in. Una partenza da incubo per il Palermo, che soffre un Chievo intraprendente, ma alla lunga escono anche i rosanero e al 28° minuto Alberto Gilardino agguanta il pari: lancio in profondità di Brugman, Bizzarri respinge il primo tentativo di Gila ma il numero 11 rosanero ribadisce in rete da terra. Dopo una prima mezz’ora su ritmi blandi, il match sale d’intensità ed i padroni di casa sfiorano il nuovo vantaggio con Riccardo Meggiorini, ma il suo colpo di testa termina di poco a lato.

Nonostante il gol, il Palermo fatica molto tant’è vero che Walter Novellino manda in campo prima dell’intervallo Enzo Maresca al posto di Mato Jajalo. L’ingresso dell’esperto centrocampista cambia poco la musica, e a inizio secondo tempo il Chievo torna in vantaggio con Nicola Rigoni: nuova dormita della difesa rosanero, Cacciatore crossa in area dove Rigoni elude la marcatura di Struna e insacca alle spalle di un Sorrentino che resta a guardare.

Il Palermo fatica a trovare varchi nella retroguardia clivense, e la squadra di Rolando Maran riesce a gestire in tutta tranquillità il vantaggio. Anzi, ad un quarto d’ora dal termine il Chievo cala il tris con una meravigliosa punizione dai 25 metri di Valter Birsa che si insacca all’incrocio dei pali. Novellino, impietrito in panchina, manda in campo forze fresche in attacco (Quaison-Balogh) nell’ultimo quarto d’ora ma succede poco. Il Chievo festeggia un successo che vale la salvezza matematica; dovrà lottare molto, invece, il Palermo che resta al terzultimo posto con 28 punti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *