Verona-Inter, 3-3 : match spettacolare, ma il terzo posto resta alla Fiorentina

Il Verona di Delneri oggi ha incontrato l’Inter allo stadio “Bentegodi” nella 24esima giornata di serie A. La partita si è conclusa con un pareggio che va stretto ad entrambe le squadre, ma il match è stato spettacolare e pieno di emozioni.

Murillo - Fonte: www.inter.it
Murillo – Fonte: www.inter.it

Durante il primo tempo succede davvero di tutto, l’Inter parte in quarta e si fa vedere subito nell’area di rigore avversaria. All’avvio Palacio sfiora la rete grazie a un bel fraseggio con Icardi, ma Gollini è bravo a respingere. Al 9′, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, Murillo riesce ad anticipare Pazzini e mette la palla in rete, spiazzando il portiere. La reazione dei padroni di casa arriva subito, prima con Pazzini e poi con Helander, che tenta di pareggiare e ci riesce, sugli sviluppi di un corner. Assoluta parità che dura pochi minuti, Pisano infatti stacca di testa, a tu per tu con Handanovic e batte il portiere. Il raddoppio del Verona fa esplodere lo stadio e l’Inter, ancora una volta, si ritrova a dover rimontare e rincorrere. Gli ospiti però non si perdono d’animo e spingono in attacco, l’area di rigore del Verona è tempestata di azioni pericolose, ma i nerazzurri non riescono a finalizzare. L’Inter però accusa un calo di rendimento e i gialloblu ne approfittano per accelerare sulle ripartenze, gestendo bene la partita.

La seconda frazione di gioco è scoppiettante, ci sono azioni da gol ad ogni ripartenza. Il Verona comincia benissimo, sempre sugli sviluppi di un calcio piazzato. Questa volta ad andare in rete è Ionita che beffa la difesa nerazzurra con un colpo di testa. Icardi, però, riapre la partita qualche minuto dopo: Perisic serve l’argentino alla perfezione e l’Inter agguanta il 3-2, accorciando le distanze. I nerazzurri sfiorano più volte il pareggio che non tarda comunque ad arrivare:  Palacio crossa per Perisic, autore di un ottimo match, e il croato porta i suoi sul 3-3. Dall’80’ la partita è spettacolare, i ritmi sono altissimi, i tiri a porta non si contano e il gioco è forsennato. La sfida si chiude col pareggio, ma vanno fatti i complimenti a due squadre che hanno dato il massimo e hanno dato filo da torcere, reciprocamente. L’Inter sembra aver ritrovato un bel gioco e al Verona va il merito di averci provato fino alla fine.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *