Europa League: Inter-Partizan 1-0. Risolve Palacio una partita non brillante

Primi 45′ minuti belli e divertenti. Squadre lunghe che peccano solo di precisione. Palo per il Partizan che fa tremare Handanovic. Nella ripresa la formazione milanese ha le occasioni più ghiotte ma non riesce a sfruttarle. Sblocca Palacio alla fine.

Fonte immagine: Sotutto (Wikipedia)

Dopo 3 minuti è già Inter. Contropiede di Coutinho che da solo viene fermato da 3 giocatori. Palla che va sui piedi di Jonathan che si accentra e prova il sinistro. Bella la risposta del portiere avversario. All’8′ scende sulla fascia sinistra Pereira che mette in mezzo per Coutinho che accorre. L’impatto non è preciso e la palla va fuori. Grande occasione sprecata. La risposta arriva al 14′ con Medo. La botta però non inquadra lo specchio. Al 17′ ancora Coutinho. Entra in area palla al piede e supera due avversari. Poi mette in mezzo per Cassano che prova il tacco. Palla murata da un difensore in scivolata. Al 20′ palo di Markovic. Il giovane talento supera Juan e accentrandosi fa partire un bellissimo tiro a giro rasoterra. La palla si infrange sul legno. Partita ora equilibrata. A centrocampo trova solidità il Partizan che guadagna campo. Nell’uno contro uno in difficoltà la difesa nerazzurra. Entrambe le squadre cercano di trovare il varco ma le due difese sono molto attente. Duplice fischio e tutti negli spogliatoi.

Il secondo tempo parte come finisce il primo. Le squadre non trovano spazi. Sullo svolgersi di un calcio d’angolo al 52′ Cambiasso recupera palla in area e serve Silvestre all’altezza del rigore. Il piattone è troppo debole. Al 55′ tiro da fuori di Jonathan. Il tiro ribattuto cade in area sui piedi di Palacio che svirgola clamorosamente da ottima posizione. Al 61′ goal divorato da Cassano. Guarin recupera palla a centrocampo. La lascia a Jonathan che libera il barese all’interno dell’area. Buono lo stop ma la conclusione è alle stelle. Il tempo scorre e l’inter spreca tanto sotto porta. Il Partizan si difende senza rischiare in maniera molto ordinata. Al 79′ il neo entrato Milito si invola verso la porta. Cerca il primo palo e manda la palla di poco al lato. Al’87’ Markovic si trova a tu per tu con Handanovic. Il tiro viene deviato miracolosamente dall’estremo difensore sloveno. Parata decisiva. All’88’ Milito crossa per Palacio. L’argentino da solo impatta benissimo il pallone portando i suoi in vantaggio. 1-0 a pochi minuti dalla fine. Tre minuti di recupero. La partita si conclude con una vittoria importante per l’italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy