Serie A, Inter-Atalanta 1-0: Jovetic fa esplodere San Siro al 93′

Al via anche il campionato dell’Inter.

Stadio San Siro Foto di Sotutto - Wikipedia
Stadio San Siro
Foto di Sotutto – Wikipediasan siro

I nerazzuri scendono in campo con 4-3-1-2: in porta Handanovic. Difesa con Santon, Murillo, Miranda e J. Jesus. Linea mediana composta da Gnoukouri, Medel e Kondogbia. Dietro il tandem Icardi-Palacio troviamo Brozovic. All. Mancini. Risponde l’Atalanta con un offensivo 4-3-3: tra i pali Sportiello. Difesa con Masiello, Cherubin, Stendardo e Drame. Centrocampo con Carmona, de Roon e Kurtic. Tridente d’attacco con Moralez, Gomez e Denis. All. Reja. Arbitra Calvarese.

Gli ospiti partono subito forte e Gomez si fa vedere nelle zone di Handanovic. Il tiro è alto da ottima posizione. Al quarto d’ora, problema per Icardi che non riesce a proseguire. Jovetic si scalda velocemente e prende il suo posto. Il bel gioco continua a latitare. Gli uomini di Reja sono pericolosi, ma poco precisi mentre i padroni di casa tengono in mano il gioco peccando negli ultimi 20 metri.

Dopo 5 minuti dall’uscita della punta argentina anche Denis abbandona l’incontro. L’attaccante si infortunia a causa di un contrasto con Brozovic. Al suo posto il cileno Pinilla. L’Inter prova ad alzare il ritmo, ma l’Atalanta si difende con 10 uomini dietro la linea del pallone. Difficilissimo trovare spazi. I tentativi da fuori area non creano nessun pericolo. Al 43′ l’unico gran tiro di Kondogbia viene respinto da un attento Sportiello che nega l’1-0 poco prima dello scadere. I nerazzurri chiudono in crescendo prima del duplice fischio.

Al rientro in campo, Mancini prova a dare più qualità al centrocampo buttando nella mischia Hernanes al posto di Gnoukouri. Ad essere pericoloso è sempre Kondogbia che, dalla distanza, sveglia Sportiello, costringendolo nuovamente alla deviazione in angolo. Gomez risponde poco dopo in contropiede, ma il suo assist al centro non viene raggiunto da nessun compagno. Al quarto d’ora Hernanes pesca J. Jesus sulla fascia che scodella un bel cross al centro. Si avventa Brozovic che spedisce alto di controbalzo. Il match stenta a decollare.

L’incontro potrebbe prendere una piega diversa al 70′, quando Carmona rimedia il secondo giallo in 5 minuti. I bergamaschi si ritrovano in 10 e si schiacciano ancora di più in difesa. I padroni di casa prendono coraggio e premono maggiormente e il primo a rendersi pericoloso è Jovetic che, con il destro, sfiora di poco l’incrocio dei pali. Poco dopo Palacio va in rete, ma nettamente in fuorigioco. L’Inter si è svegliata troppo tardi.

All’85’ incursione personale di Hernanes. In area, il brasiliano, riesce a reggere i difensori avversari e con uno scavetto, prova a piazzare la palla sul secondo palo. La sfera sfiora il legno. Ancora niente di fatto. L’assedio continua, ma l’Atalanta non molla di un centrimetro. Il centrocampista si ripeterà nel primo minuto di recupero, ma l’estremo difensore nega nuovamente la rete. Il forcing diventa sempre più pesante con Santon che dalla distanza chiama al miracolo Sportiello, uno dei migliori in campo.

Al 93′ Jovetic fa esplodere San Siro. Qui, il numero 1 dell’Atalanta, si può solo arrendere. Conclusione a giro sul secondo palo che diventa imparabile. Rete che regala i primi 3 punti al suo tecnico. Triplice fischio e vittoria dura e sofferta.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy