Frosinone-Fiorentina 0-0, pagelle viola: senza correre e senza fortuna non si vince

Il motore della Fiorentina si è rotto e la squadra non va più.

Al “Matusa” i viola sprecano una nuova occasione per risalire verso il terzo posto e mostrano tutti i loro limiti (se mai ne avessimo necessità, dopo la partita di domenica scorsa con il Verona).

Fonte: Federico Berni
Fonte: Federico Berni

Il Frosinone ha picchiato per tutta la gara senza ritegno e questo non gli gioverà, a lungo andare, perché ci si salva solo con i punti ed i gol.

Sousa sbaglia i cambi e tuttavia la squadra non gira. Colpito un palo e una traversa, con il portiere Leali, che ha parato di tutto.

Il peggiore in assoluto è Ilicic, prestazione da “ufficio inchieste” e da radiazione dalla “rosa”. Non è possibile che un allenatore come Paulo Sousa non se ne accorga se non dopo 80 minuti…!

PAGELLE FIORENTINA

TATARUSANU 5: è un po’ come un burattino a pile, si muove come programmato e spesso commette delle leggerezze imperdonabili. Non ha preso gol solo perché il Frosinone è squadra molto limitata.

RONCAGLIA 5,5: fra tutti è quello che non ha commesso particolari errori in ogni fase di gioco

GONZALO RODRIGUEZ 5: nervoso, falloso, disattento e precipitoso. Ha lasciato diversi buchi in cui le punte ciociare si sono inserite spesso.

ASTORI 4,5: ha sbagliato tutto.

ALONSO 4,5: irriconoscibile e inguardabile. Non riesce più nemmeno a fare un cross dal fondo e perde i palloni nella costruzione dell’azione sulla fascia sua.

BERNARDESCHI 5,5: ha portato qualche pericolo al Frosinone e cercato di creare scompiglio ma non ha concretizzato nulla. In fase difensiva non ha sostenuto Roncaglia in certe occasioni ed il Frosinone avrebbe potuto segnare, per questo suo errore. Sostituzione comunque molto contestabile  (dal 18′ s.t. TELLO 5: poco lucido quando ha la palla e va in profondità. Cerca il numero, quando bisognava crossare o mettere la palla in mezzo)

VECINO 5: non sa più fare passaggi in avanti con tranquillità e con lucidità. Quando è nella trequarti avversaria, va al tiro, a volte, anche in maniera irrazionale e inutile.

BADELJ 4,5: è tornato, ahimè, il mediocre centrocampista ammirato per tutta la scorsa stagione. Il calo fisico e la diatriba tra il suo procuratore e la Fiorentina, sul suo futuro prossimo, incidono molto sul suo rendimento.  (dal 27′ s.t. ZARATE 5: non si è praticamente visto. Non ha avuto il tempo di entrare in partita. Ha calciato solo una bella punizione, di poco alta)

BORJA VALERO 5,5: sbaglia passaggi e verticalizzazioni come non aveva mai fatto in questi anni a Firenze. Si vede che non ce la fa fisicamente e che non è tranquillo. In queste condizioni è uomo in meno.

ILICIC 4: è un “ladro di ingaggio”, non meriterebbe neanche un centesimo di quello per cui la società lo paga. Per l’impegno che mette nel fare il suo lavoro, andrebbe licenziato, ovvero messo fuori “rosa”. Indisponente nell’atteggiamento, disinteressato alle azioni, corre 16 minuti su 85. Rallenta le azioni e non gioca per la squadra. (dal 41′ s.t. BABACAR s.v.)

KALINIC 5,5: non trova il gol, impegnato com’è a giocare nella trequarti e a centrocampo per recuperare palloni e far salire la squadra. Un palo e una gran parata del portiere lo limitano ancor più. Sembra comunque aver perso molto dello smalto iniziale.

Allenatore PAULO SOUSA 4: la squadra non corre e la concentrazione non c’è. Non si capisce cosa stia succedendo nella sua testa ma l’ipotesi è che ci siano altri interessi… Inoltre la reazione verso un giocatore del Frosinone a fine primo tempo, è indice di non serenità e tensione personale. Schierare una squadra come quella che oggi ha affrontato il Frosinone avrebbe dovuto fare la differenza ma i singoli non hanno risposto.

Arbitro Sig. VALERI 5,5: ha fischiato tanto ma i cartellini non li ha usati come avrebbe dovuto.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *