Genoa-Milan 3-0, le pagelle dei rossoblù: Pavoletti letale

Le pagelle del Genoa di Ivan Juric che, nell’anticipo della decima giornata, ha sconfitto per 3-0 a “Marassi” il Milan di Vincenzo Montella, grazie alle reti di Ninkovic e Pavoletti e all’autorete di Kucka.

Fonte: Danilo Rossetti
Fonte: Danilo Rossetti

Perin 6: Sicuramente tra i due portieri è lui quello impegnato, ma i rossoneri non riescono mai ad impensierirlo particolarmente, con conclusioni centrali di facile interpretazione per l’estremo difensore rossoblù.
Izzo 6: Da vita ad un bel duello con Niang. Nel primo tempo riesce a contenere il francese, nella ripresa lo soffre un po di più.
Burdisso 6,5: Annulla totalmente prima Bacca e poi se la cava bene su Luiz Adriano. Partita attenta ed ordinata per l’argentino che esce da gladiatore.
Munoz 6,5: Ottima prestazione difensiva per l’ex difensore del Palermo. Honda non gli crea difficoltà, ed anche quando si trova Bacca dalle sue parti non lo soffre. Nella ripresa messo in costante difficoltà da Suso.
Edenilson 5: Il peggiore dei suoi, con Bonaventura che dalle sue parti fa il bello ed il cattivo tempo. Il brasiliano si dimostra poco attivo anche in fase offensiva. Serata no.
Laxalt 6,5: Si fa vedere per l’assist nel finale per la rete di Pavoletti. Partita molto buono dell’uruguayano, che però spinge meno del solito sulla corsia sinistra.
Rigoni 7: Vera spina nel fianco per il centrocampo del Milan che lo perde sempre e per la difesa rossonera, in costante difficoltà sui suoi inserimenti. Si vede annullare ingiustamente la rete del 4-0.
Miguel Veloso 6,5: Forse è la vera arma in più di questo Genoa. Con la sua qualità fa girare il centrocampo del Genoa, ed è molto utile anche davanti alla difesa in fase di interdizione.
Rincon 6,5: Da il via alla festa del gol genoana con il perfetto assist per Ninkovic. Meno incisivo del solito ma stravince comunque il duello a centrocampo contro Kucka.
Ninkovic 6,5: Segna il suo primo gol in serie A sbloccando la partita. Per il resto gara soprattutto di sacrificio, viene sostituito ad inizio ripresa.
Simeone 5: Lui ed Edenilson sono i due assenti della festa genoana. Come Bacca sull’altro fronte, non si fa vedere mai in zona gol, non riesce a prendere mai palla e far salire la squadra.
Lazovic 6: Entra nella ripresa e dai suoi piedi nasce l’azione del raddoppio genoano. Bene sulla destra, propositivo, aiuta anche in fase difensiva.
Pavoletti 7: Entra ed è subito decisivo. Il suo movimento induce Kucka a provocare l’autogol, poi con una splendida azione personale in cui mette a sedere Romagnoli e fredda Donnarumma chiude la gara. Impatto devastante.
Fiamozzi s.v.: Entra nel finale, per difendere l’1-0. Poi il Genoa dilaga ed il Milan lo impegna poco.