Serie A, Milan-Roma 0-2: le pagelle dei giallorossi che vincono a San Siro

La Roma soffre a San Siro senza perdere la testa e si impone, nel secondo tempo, contro il Milan. 2-0 con Florenzi e Dzeko determinanti: importante anche l’entrata di Pellegrini che ha fornito velocità alla manovra. A pieni voti anche i 90 minuti di Manolas, Fazio e Alisson, nuovamente determinante ai fini del risultato.

ROMA: ALISSON DETERMINANTE, BENTORNATO FLORENZI

Alisson 7: grandissima reattività del portiere della Roma che salva il risultato nel secondo tempo. Inoperoso per tutta la prima frazione di gara, nella ripresa risponde presente su Bonucci e Kalinic. Reattività e sicurezza sono ancora determinanti per un risultato positivo della squadra. Il numero uno del Brasile dimostra di essere in netta crescita.

Kolarov 6.5: è meno esplosivo rispetto alle ultime uscite, ma imposta tutto il match sull’esperienza. Forza la giocata solo quando è necessario ed è sempre pulito nell’intervento. Sulla sua corsia soffre Borini in pressing, ma nonostante tutto si concede qualche sgaloppata sulla fascia che ha creato diversi problemi alla difesa rossonera.

Manolas 7: il greco si dimostra il leader della difesa giallorossa e regala ai propri tifosi una prestazione maiuscola. Kalinic e Andrè Silva non riescono mai a saltarlo e i suoi recuperi sono sempre determinanti e precisi. Manolas concede pochissimo spazio, andando ad azzardare qualche anticipo di troppo, sempre ben riuscito. Insieme a Fazio il reparto è al sicuro. (dall’86’ J. Jesus: Sv.)

Fazio 7: come il compagno di reparto è una diga invalicabile. L’argentino fa valere la forza fisica non regalando niente a Kalinic e Andre Silva. I contrasti aerei sono i suoi e con grande padronanza cerca anche di far ripartire l’azione. Sempre sicuro e in pieno controllo della situazione.

B. Peres 6: parte molto bene dando un ottimo contributo in fase difensiva. Sale poco e di rado, evitando di scoprire una fascia pericolosa. Con il passare del tempo peggiora leggermente, iniziando a gestire male il pallone e controllando anche peggio. Nel finale e con due reti di vantaggio, si rilassa e conclude al meglio una gara sufficiente.

De Rossi 6.5: quando non arriva con il fiato o con la gamba fa valere l’esperienza e vince numerosi contrasti in questo modo. In difesa pè un centrale aggiunto che garantisce interdizione e impostazione dell’azione. Si schiaccia troppo nella ripresa regalando spazio al centrocampo del Milan che ha beneficiato di diverse azioni pericolose. Il centrocampista della nazionale prolunga la sua fascia di prestazioni positive.

Strootman 5.5: l’olandese è importante in fase d’interdizione ma pecca in movimento e profondità. La difesa del Milan si schiera e ripiega facilmente e Strootman non regala ne inserimenti ne una gestione veloce del pallone. Si infortunia in uno scontro con Kessie ed è costretto presto ad abbandonare il campo. (dal 30′ Pellegrini 7: l’ex Sassuolo va a ricoprire quel ruolo che Strootman faticava ad interpretare. Corre tra le maglie difensive, creando apprensione alla difesa rossonera. Lancia, con un ottimo filtrante, Florenzi che si divora il gol dell’1-0. Fino al 90′ non molla di un solo centimentro,).

Nainggolan 6.5: dopo un primo tempo di studio e di poca corsa e grinta, il belga torna dagli spogliatoi trasformato. Nella ripresa il centrocampista diventa determinante in fase di interdizione bilanciate da ripartenze veloce che permettevano alla squadra di salire. Nel 2-0 tenta una conclusione potente che costringe Donnarumma ad una respinta sporca. Il suo zampino nel match lo mette sempre: una garanzia per la Roma.

El Shaarawy 6: il ragazzo prova a muoversi per dare soluzione offensive, ma pecca in inserimenti poco convincenti e passaggi all’indietro. Non punta mai il suo marcatore sprecando diverse occasioni per poca reattività. Tenta la conclusione dalla distanza e pressa costantemente la difesa dei padroni di casa. (dal 78′ Gerson: Sv.)

Florenzi 7: il jolly della Roma scaccia definitivamente tutti i suoi problemi siglando un 2-0 che chiude i giochi. Velocessimo nel tap-in vincente che rimedia all’occasione divorata ad inizio di secondo tempo. Nella prima frazione di gioco, impatta male un bellissimo cross di Kolarov. La società capitolina ritrova un pezzo fondamentale della rosa che potrà garantire un ottimo rendimento in qualsiasi ruolo del campo.

Dzeko 7: il bosniaco fa la sua classica partita di sostanza e sacrificio. Tanti i palloni tenuti e giocati per i compagni. Alla prima vera occasione, la punta si libera della marcatura e batte Donnarumma con una leggera deviazione di Romagnoli. In avanti è un vero punto di riferimento che garantisce un gol a partita.

Di Francesco 7.5: una grande prova di maturità della Roma che dimostra di poter ambire a grandi palcoscenici. L’allenatore scaccia a suon di vittorie lo scettiscismo che aleggiava su di lui. I giallorossi chiudono nuovamente con porta inviolata e con una gestione di gara quasi perfetta. Troppo bassa in alcuni periodi del secondo tempo, ma in grado di colpire con decisione alla prima vera occasione.