Milan-Napoli 0-0, le pagelle rossonere: Gigio e Calabria top, debutto Piatek

A San Siro non si va oltre lo 0-0.

Gianluigi Donnarumma - Fonte: goatling, Wikipedia
Gianluigi Donnarumma – Fonte: goatling, Wikipedia

Milan e Napoli si sono annullati a vicenda, nonostante una gara aperta fino all’ultimo minuto.

Primo tempo vivace tra le due formazioni. Il Napoli ha iniziato a giocare in modo molto offensivo, forte di un modulo votato alla porta difesa da Donnarumma. Portiere che si è distinto al 5′ con un bell’intervento su Callejon. Il Milan ha risposto con un buon controllo di palla, con gli uomini di Gattuso che sono stati capaci di ordinare le idee e di ridurre subito il gap con gli avversari. I rossoneri sono ripartiti spesso sull’asse Bakayoko-Calhanoglu, i partenopei si sono resi pericolosi con il reparto d’attacco in area di rigore per provare l’affondo finale.

La ripresa ha proseguito sulla stessa onda dei primi 45′. I rossoneri si sono resi pericolosi prima con Kessiè e poi con Paquetà. Tra i capovolgimenti continui di fronte, nel finale il Napoli ci ha provato in un paio di occasioni: prima con Milik e poi con Zielinski che ha instaurato un duello personale con Donnarumma. Di seguito le pagelle dei rossoneri.

Donnarumma 7: pronti e via, dice no a Callejon con un buon intervento. Si rifà nuovamente su Milik e su Zielinski in un paio di occasioni. Molto attento e preciso, la rete inviolata significa molto.

Calabria 7: prestazione matura e autorevole, il migliore dei rossoneri. Fase di interdizione importante, vince spesso il duello con Mario Rui e Zielinski. Corre sulla fascia con intelligenza, riuscendo a rendersi anche molto pericoloso tra dribbling e volate. Crescita esponenziale per il numero 2.

Musacchio 7: Ospina gli nega un gol dopo una giravolta. In difesa non sbaglia niente e mette lo zampino nelle situazioni più antipatiche.

Romagnoli 6,5: spazza via il pallone dai piedi di Koulibaly, vale un gol. Poi altri interventi importanti che contengono Milik e compagni.

Kessiè 6: in supporto a Bakayoko, corre per tutto il campo senza mai arrestarsi. Prezioso il suo contributo, come sempre. Bravo ad andare a campo aperto appena gli viene concesso un po’ di spazio.

Bakayoko 7: in mezzo comanda lui. Recupera un sacco di palloni, gioca davanti alla difesa e dà il “la” alle azioni dei suoi. Eelegante e ordinato nella gestione del pallone. Di partita in partita è ormai una sicurezza.

Paquetà 6: alla prima a San Siro delizia gli spettatori con tocchi di qualità. Corre a campo aperto e combatte su tanti palloni, bravo anche in fase di pressing. Sbaglia qualcosina in appoggio, ma crescerà.  (Dal ’69 Borini 6: bravo a far salire la squadra e a far rifiatare la manovra guadagnandosi dei calci di punizione).

Suso 6,5: sbaglia troppi tocchi nel primo tempo, ma dai suoi piedi ci si può sempre aspettare di tutto. Nella ripresa cerca i suoi con dei lanci millimetrati.

Cutrone 6: non ha grandissime occasioni, ma si mette a completo servizio della squadra, come sempre. Esce per dar spazio al suo nuovo compagno di reparto. (Dal 71′ Piatek 6: entra tra l’ovazione generale, si fa vedere subito con delle ripartenze e dei buoni movimenti).

Calhanoglu 6,5: primo tempo di alto livello con tocchi, cambi di gioco e presenza costante nelle azioni offensive, cala nella ripresa. Sprazzi di miglioramento, al Milan serve questo tipo di qualità. (Dal 90′ Laxalt: s.v.).

All. Gattuso 6,5: il suo Milan non sfigura contro il Napoli. I giocatori lo seguono nell’interpretazione del match, con sicurezza e ordine. Piatek potrà essere la chiave per svoltare, tante altre le note positive dopo questa serata. In attesa di Lazio-Juve, la conferma è una: lui è da quarto posto.