Serie A, Empoli-Napoli: 2-2, gli azzurri rincorrono il pareggio, buona prova per i toscani

Allo stadio “Carlo Castellani” la terza giornata di campionato vede protagonisti Empoli e Napoli. Sarri incontra il passato, ma il mister sembra essere molto tranquillo per questa partita un po’ delicata contro la sua ex squadra.

Maurizio Sarri. Fonte: EmpoliFC.com
Maurizio Sarri. Fonte: EmpoliFC.com

A sorpresa l’allenatore azzurro schiera Gabbiadini dal primo minuto accanto a Higuain. Ecco le formazioni ufficiali:

Empoli (4-3-1-2): Skorupski, Zambelli, Tonelli, Barba, Mario Rui, Zielinski, Diousse, Croce, Saponara, Pucciarelli, Maccarone. Allenatore: Marco Giampaolo.

Napoli (4-3-1-2):  Reina, Hysaj, Albiol, Chiriches, Maggio, Allan, Valdifiori, Hamsik, Insigne, Gabbiadini, Higuain. Allenatore: Maurizio Sarri.

Tutto pronto per la sfida tra grandi ex: l’Empoli incontra in casa il Napoli di Maurizio Sarri, l’allenatore che ha detto addio al club toscano alla fine della scorsa stagione, e Mirko Valdifiori. Il match si sblocca dopo appena tre minuti con il gol di Saponara che, su assist di Pucciarelli, trova impreparata la difesa degli azzurri ed insacca la rete, sorprendendo Reina. La reazione degli ospiti non tarda ad arrivare ed è Insigne a firmare il pareggio: Gabbiadini, sulla fascia, serve un buon pallone per lo scugnizzo che s’inventa uno straordinario destro a giro, indirizzato all’incrocio dei pali ed imparabile per Skorupski. Il match è vivo, ma sono i padroni di casa che, grazie anche al possesso palla, riescono a gestire meglio la partita e a finalizzare. Al 18′ l’Empoli passa nuovamente in vantaggio, l’azione è giostrata sempre dal duo d’attacco Saponara-Pucciarelli, ma questa volta a parti invertite. L’ex Milan trova Pucciarelli tutto solo nell’area di rigore e la sprovveduta difesa del Napoli non riesce a schiacciare le iniziative pericolose del tridente avversario, lamentandosi per un presunto tocco di braccio del trequartista. Il primo tempo si chiude col risultato 2-1: i partenopei soffrono a centrocampo e in difesa, i toscani con Maccarone, Saponara e Pucciarelli sono in gran forma e offrono un decoroso spettacolo ai tifosi accorsi.

L’avvio della seconda frazione di gioco non vede nessun cambiamento in campo, i due mister hanno confermato la formazione del primo tempo. Al 50′ il Napoli, costretto ad inseguire e rincorrere, agguanta di nuovo il pareggio con Allan. Il centrocampista s’inserisce perfettamente, senza palla, e viene servito da Gabbiadini, beffando il portiere. Sarri decide di effettuare qualche sostituzione e mette fuori Valdifiori, Gabbiadini, autore dei due assist, e Insigne, favorendo Jorginho, Mertens e Callejòn. Anche per la formazione di Giampaolo ci sono dei cambi: escono Maccarone e Zielinski ed entrano Livaja e Paredes. Higuain prova a dare la scossa alla partita per chiuderla definitivamente, ma il suo tentativo fallisce e il match rimane fermo sul 2-2 fino alla conclusione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi. Cookie policy