Serie B, Pescara-Crotone 4-1: gli abruzzesi asfaltano l’ex capolista

Si parte con l’11° turno di Serie B. Il Pescara scende in campo con un 3-4-1-2: Fiorillo in porta. Tri di difesa composto da Zampano, Fornasie e Zuparic.  Centrocampo con Crescenzi, Memushaj, Mandragora e Verre. Dientro le punte Caprari e Lapadula, troviamo Benali All. Massimo Oddo. Risponde il Crotone con il 3-4-3: Cordaz tra i pali. Difesa con Yao, Claiton e Ferrari. Linea mediana con Balasa, Salzano, Barberis e Capezzi. Tridente d’attacco composto da Modesto, Budimir e Stoian. All. Ivan Juric.

Fonte: pescaracalcio.com
Fonte: pescaracalcio.com

Le due formazioni si danno subito battaglia con rapidi capovolgimenti di fronte. I due reparti d’attacco stanno cercando ancora la precisione necessaria per impensierire serieamente gli estremi difensori. Ottimi i movimenti delle difese in questo inizio di gara.

La prima vera occasione arriva al quarto d’ora. Lapadula, di testa, impegna Cordaz che risponde con un bel riflesso. Due minuti dopo è calcio di rigore per i padroni di casa. Caprari crossa in area e Yao colpisce sfera con un braccio. Non ci sono dubbi per l’arbitro. Dal dischetto Memushaj non sbaglia e porta in vantaggio i biancocelesti. 1-0 per gli uomini di Oddo, partiti decisamente meglio degli avversari.

La gara non decolla e gli ospiti non si rendono pericolosi. Al 30′ il Crotone si vede dalle parti di Fiorillo con un tiro non irresistibile di Stoian. Il portiere blocca a terra sicuro. A 5 dalla fine arriva il raddoppio del Pescara. Lapadula viene servito da Memushaj e davanti a Cordaz piazza senza problemi. 2-0 realizzato in millimetrico fuorigioco non segnalato dal guardalinee. I biancocelesti chiudono nella loro area il Crotone fino al duplice fischio dell’arbitro. Tutti negli spogliatoi e risultato giusto per quello che si è visto fin ora.

Ripresa shock per il Crotone che si trova sotto per 3-0 dopo appena due minuti. Come nella seconda realizzazione, Lapadula scatta sul filo dell’off side su preciso assist di Caprari. L’attaccante non perdona l’incolpevole Cordaz tra le proteste del difensori rossoblu. Tris e capolista in serissima difficoltà. Poco dopo Caprari tenta l’eurogol al volo non centrando la porta dei calabresi.

Al 55′ ancora Lapadula, in stato di grazia, si fa respingere un tiro di destro dal portiere del Crotone. Vicino al poker “i delfini” che non hanno intenzione di abbassare i ritmi. Due minuti dopo il 4-0 è firmato da Caprari. Discesa sulla fascia destra per Zampano che pennella un cross perfetto per l’ex Roma. Il laterale d’attacco, al volo, non lascia scampo a Cordaz. Dominio degli abruzzesi.

La gara procede su ritmi altissimi ed lo spettacolo non manca. Non c’è un attimo di respiro. A 20 dal termine dell’incontro il Crotone accorcia le distanze, rendendo il passivo meno pesante. Claiton, servito da Stoian, supera di testa Fiorello, siglando il 4-1. Reazione che sembra esser giunta in netto ritardo. I ritmi calano con il passare del tempo, gli uomini di Oddo amministrano il vantaggio provando a colpire in contropiede.

Il match si incattivisce proprio nelle battute finali: fioccano i cartellini gialli per gli uomini di Juric. 4 minuti di recupero. Al triplice fischio, il Crotone saluta il primo posto. Il Pescara dimostra di essere una ottima candidata per la promozione in Serie A.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *