Bayern Monaco, Guardiola sul suo addio: “In cerca di nuovi nemici per migliorarmi”

Dominatore incontrastato della Bundesliga, il Bayern Monaco di Pep Guardiola in questa seconda parte di stagione oltre a confermarsi campione di Germania vorrà sicuramente fare strada in Champions League (avversaria negli ottavi di finale la Juventus di Massimiliano Allegri), con i bavaresi che nelle ultime due edizioni con il mister spagnolo in panchina si sono fermati in semifinale, perdendo contro il Barcellona un anno fa ed il Real Madrid due stagioni or sono.

Pep Guardiola. (Fonte: peterpribylla, Flickr.com)
Pep Guardiola. (Fonte: peterpribylla, Flickr.com)

Il tutto, però, conoscendo già il futuro della propria guida tecnica, con Pep Guardiola che a fine stagione lascerà le redini della panchina del Bayern Monaco a Carlo Ancelotti, come confermato alcuni mesi fa proprio dalla dirigenza bavarese. In merito a questa decisione è tornato a parlare proprio l’allenatore catalano, il cui futuro potrebbe essere in un club di Premier League. Queste le sue dichiarazioni: “Per migliorarsi c’è sempre bisogno di nuovi stimoli, di critiche e nuovi nemici. Ecco il motivo per cui lascerò il Bayern Monaco al termine della stagione. In due-tre anni ho fatto tutto quello che era possibile con questo club. Personalmente adatto le mie tattiche e le mie strategie in base ai giocatori che ho a disposizione e agli avversari, anche se alle volte qualcuno può non capire certe scelte. Per vincere non esiste un segreto, basta solo lavorare sodo. Più lavoro, più sono certo e consapevole delle mie capacità”.

Francesco Tusi

Francesco Tusi

Amante del calcio, metafora più vera della vita in tutte le sue innumerevoli sfaccettature. Amante del mare, della sua vastità e della sua sconfinata bellezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *