Eddie Howe, il vero trascinatore del Bournemouth

Da bandiera del Bournemouth ad allenatore promettente e probabile successore di Hodgson: Eddie Howe è l’uomo che ha permesso ai Cherries di conquistare la prima storica promozione in Premier League.

Fonte: Flickr. Autore: Kevin Botto
Stadio Bournemouth. Fonte: Flickr. Autore: Kevin Botto

La storia d’amore fra questo giovane allenatore inglese e la piccola squadra della contea del Dorset è cominciata nel lontano 1987. Eddie aveva soltanto 10 anni quando il Bournemouth lo accolse nella sua famiglia, che da allora non ha più lasciato, salvo brevi esperienze in altri club. Ma la sua magia più bella l’ha compiuta da tecnico: grazie a lui infatti i Cherries hanno ottenuto la storica promozione nel massimo campionato inglese dopo ben 125 anni.

La squadra di Howe ha affrontato questa nuova avventura senza paura: nonostante le tante squadre di grande blasone, la piccola neopromossa gioca tutte le partite con la grinta ed il coraggio che da sempre hanno contraddistinto il tecnico inglese, che è riuscito ad inculcare ai suoi giocatori quella giusta mentalità che li ha portati al sedicesimo posto.

Il giocatore più importante di questa squadra è sicuramente Andrew Surman: intelligente tatticamente ed abile nella fase di non possesso, il mediano riesce a smistare perfettamente ogni pallone e a bloccare gli attaccanti avversari agendo anche da libero davanti alla difesa.

Nonostante i tanti infortunati illustri, come il capitano Elphick e Mings, due pedine fondamentali in difesa, Howe è riuscito a non far crollare la sua squadra grazie ad un lavoro meticoloso, svolto giorno dopo giorno con i suoi giocatori. L’unico punto debole di questo allenatore sembra essere il rapporto con la stampa: il tecnico fatti ha dichiarato che non riuscirebbe a sopportare la tensione di una piazza importante, dicendo di preferire “la tranquillità di girare a piedi in città col cane”.

Il suo calcio pulito, divertente e a trazione offensiva lo ha portato ad essere uno dei candidati per la panchina della nazionale inglese, subito dopo Neville, nuovo tecnico del Valencia, e Pardew, che in questa stagione ha portato a sorpresa il suo Crystal Palace nelle zone più nobili della classifica.

Per adesso Howe si gode il suo Bournemouth e gli ottimi risultati ottenuti in questi pochi mesi di Premier League, con la voglia di continuare a far bene e di riuscire a diventare la vera sorpresa del prossimo campionato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *