Premier League, crollano Tottenham e Aston Villa, pari per il Liverpool

Il pomeriggio di Premier League regala tante sorprese: vince inaspettatamente il Newcastle sul campo del Tottenham, pareggia invece in extremis il Liverpool. L’Arsenal invece conquista i tre punti e vola momentaneamente al primo posto.

White Hart Lane. Fonte: Dudesleeper
White Hart Lane, Tottenham. Fonte: Dudesleeper

Nel match delle 14:30 l’Arsenal si impone per 2-0 in casa dell’Aston Villa. I goal arrivano tutti nel primo tempo: a sbloccare la gara è Giroud dopo appena 8 minuti con un calcio di rigore molto dubbio, fischiato per un presunto fallo di Hutton ai danni di Walcott. Al 38′ arriva anche il raddoppio dei Gunners, questa volta ad opera di Ramsey che fa partite un veloce contropiede e poi bica la porta di Guzan dopo una bella triangolazione con Ozil.

Nella ripresa la squadra di Garde non riesce a trovare la giusta reazione è regala i tre punti all’Arsenal che vola in vetta in attesa del Leicester, impegnato nel Monday Night con il Chelsea. disastrosa invece la situazione dei Villans, ultimi in classifica con appena sei punti.

Termina 1-2 invece la partita fra Tottenham e Newcastle. Partono molto bene gli Spurs nel primo tempo e, dopo varie occasioni, riescono a sbloccare la gara al 40′ con Dier che sugli sviluppi di un corner anticipa tutti e mette a segno la sua terza rete in stagione. La reazione del Newcastle arriva solamente nella ripresa con un tentativo di Cissè. I Magpies però riescono a pareggiare i conti al 74′ con Mitrovic che mette la palla in rete da due passi.

Incredibile te nel terzo dei cinque minuti di recupero il Newcastle riesce a ribaltare il risultato con Perez che beffa Lloris e zittisce tutto lo stadio. L’imaspettata vittoria porta il Newcastle al terzultimo posto in classifica, mentre blocca a 14 la striscia di risultati utili del Tottenham, fermo al quinto posto.

Pareggio invece per il Liverpool che ad Anfield si salva proprio all’ultimo respiro contro un WBA mai domo. Ad aprire le marcature è Henderson al 21′ con un bellissimo tiro di prima. Alla mezz’ora però gli ospiti riportano in equilibrio il risultato con la rete di Daeson che approfitta di un errore di Mignolet per appoggiare il pallone in rete.

Nella ripresa il WBA riesce a ribaltare l’iniziale svantaggio grazie ad Olsson che con un’incornata riesce a beffare la poco organizzata difesa dei Reds e a bucare ancora la porta di Mignolet. Al 96′ arriva l’incredibile pareggio del Liverpool: a salvare la squadra di Klopp dalla sconfitta è Origi che lascia partite il destro da fuori area, deviato poi in porta da McAuley. Il pareggio allontana il Liverpool dalla zona Europa League, mentre fa sorridere i tifosi del West Brom, tredicesimo in classifica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *